Bologna, non si cambia: difesa a 4 e Brienza mezzala


Nell’allenamento del pomeriggio, caratterizzato da molte assenze, Donadoni ha fatto lavorare i suoi sulla tecnica individuale e sul possesso palla. Brienza è stato nuovamente provato da mezzala, mentre la difesa resta sempre a 4

– di Luigi Polce –

Dopo la sessione di questa mattina, che ha fatto registrare l‘infortunio di Mattia Destro (la cui entità verrà chiarita tra questa sera e domani mattina), il Bologna di Donadoni ha completato la sua giornata di doppio lavoro con l’allenamento pomeridiano, iniziato qualche minuto prima delle 15.

Mattia Destro si è infortunato durante l'allenamento di questa mattina (ph. zimbio)

Mattia Destro si è infortunato durante l’allenamento di questa mattina (ph. zimbio)

Il gruppo, privo dei nazionali Taider, Giaccherini, Ferrari e Krafth, e rimpolpato da alcuni ragazzi della Primavera (più Ceccarelli e Pulzetti, fuori dalla lista dei 25), ha sostenuto una seduta di un’ora e mezza circa, iniziata con un lungo riscaldamento fatto da vari esercizi per la tecnica individuale: una parte del gruppo disposta sul cerchio del centrocampo e l’altra nel mezzo, con ogni calciatore ruotava continuamente il compagno di lavoro. Successivamente Donadoni ha disposto i 20 a sua disposizione in una metà campo, con l’obiettivo di allenare il possesso palla. Solo una regola: due tocchi, non di più. Chiaro che, visti i tanti assenti (mancavano infatti, oltre a Destro, anche Donsah, Acquafresca, Oikonomou e Pulgar, che hanno svolto tutti lavoro differenziato), le indicazioni emerse non possono essere significative. Da segnalare solamente che il mister rossoblù ha proseguito sulla strada della difesa a 4 e ha provato nuovamente Brienza come mezzala sinistra, anche nella partitella finale votata sempre al possesso palla. Prima e dopo la stessa partitella, una serie di allunghi e scatti, sulla lunga e poi sulla breve distanza, per iniziare a mettere benzina nel serbatoio in vista della sfida con la Roma.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *