Bologna, Rossi torna al 4-3-3


Nel test di ieri contro gli Allievi nazionali (9-0 il finale), il tecnico rossoblù ha varato il ritorno al tridente, accantonando per il momento il 4-2-3-1 visto a Genova. Da segnalare i rientri in difesa di Oikonomou e Gastaldello

– di Luigi Polce –

Procede la preparazione del Bologna in vista della delicata sfida di domenica contro il Frosinone. Ieri la squadra ha sostenuto un test amichevole contro gli Allievi nazionali: due tempi da 45′ per simulare movimenti e schemi da riproporre poi in partita. La vittoria è stata rotonda, un 9-0 che porta le firme di Destro, Masina, Taider e Pulgar, nel primo tempo, mentre nella ripresa sono andati in rete Falco, Mancosu, Crimi, Rizzo e Rossettini. Assenti Mirante (che ha svolto lavoro personalizzato), Brighi, Giaccherini (due settimane di stop per lui) e Donsah, che ha rimediato un risentimento alla coscia destra che oggi verrà valutato.

Continua il momento 'no' di Mattia Destro: ieri in amichevole un gol e tanti errori (ph. zimbio)

Continua il momento ‘no’ di Mattia Destro: ieri in amichevole un gol e tanti errori (ph. zimbio)

Nella prima frazione mister Rossi ha provato quella che molto probabilmente sarà la formazione titolare che scenderà in campo al Dall’Ara domenica alle ore 15. La novità sta nel ritorno al tridente, già provato nelle scorse settimane. Un tridente “mascherato”, a dir la verità, che in fase difensiva muta in una sorta di albero di Natale con Brienza e Mounier alle spalle di Mattia Destro. A centrocampo invece Diawara in cabina di regia (bocciatura per Crisetig dunque), ai suoi lati Taider e Pulgar per dare forza alla linea mediana. In difesa invece, confermati Masina e Ferrari sulle fasce, si segnalano i rientri importanti di Gastaldello e Oikonomou, che dovrebbero andare a comporre la coppia di centrali titolare, davanti a Da Costa vista l’assenza momentanea di Mirante. E’ un Bologna che gira così messo in campo, anche se Mattia Destro continua a vivere il suo periodo “no”: un gol ma tantissimi altri errori sotto porta, alcuni banali e altri figli della sfortuna (come nell’occasione della parata di Stojanovic con la palla

che va a sbattere sul palo e torna indietro). Ci pensa allora Masina a firmare il raddoppio e far esultare i presenti a Casteldebole, con una sforbiciata vecchio stile su ottimo cross di Mounier, anche oggi tra i più vivi. Il francese infatti ci mette lo zampino pure in occasione del 3-0, quando serve a Taider una palla solo da appoggiare in rete, mentre il poker è servito da Pulgar con una botta da fuori area.

Mounier anche ieri è risultato tra i più vivaci

Mounier anche ieri è risultato tra i più vivaci

Nella ripresa Rossi stravolge completamente il suo undici, tenendo fermo comunque il modulo di base. Mbaye, Maietta, Rossettini e Morleo compogono la linea difensiva, davanti a loro Rizzo, Crisetig e Crimi, mentre in avanti Mancosu è supportato da Acquafresca e Falco. Proprio l’attaccante ex Lecce apre le danze nella ripresa con un bel diagonale, andando poi vicino al raddoppio con un pallonetto fermato sulla linea di porta. Dopo di lui tocca a Mancosu segnare con un bel sinistro a giro che si va ad infilare sotto l’incrocio, poi Crimi, Rizzo e Rossettini (classico colpo di testa su corner) arrotondano il risultato portandolo sul 9-0.

Bologna 1° tempo (4-3-3): Da Costa; Ferrari, Oikonomou, Gastaldello, Masina; Taider, Diawara, Pulgar; Brienza, Destro, Mounier

Bologna 2° tempo (4-3-3): Stojanovic, Mbaye, Rossettini, Maietta e Morleo; Rizzo, Crisetig, Crimi; Falco, Mancosu, Acquafresca

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *