Bologna scatenato: tanto gioco, tanti tiri ed un Krejci ritrovato


Praticamente tutte positive le voci statistiche del Bologna che ha dominato a Pescara. Primo gol per Krejci, primo anche per tiri e cross effettuati

– di Marco Vigarani –

Un gol, due tiri e due cross per Masina a Pescara (ph. Zimbio)

Un gol, due tiri e due cross per Masina a Pescara (ph. Zimbio)

Dopo una vittoria netta e mai in discussione come quella di Pescara, anche le statistiche della gara non possono che confermare il dominio assoluto del Bologna. A partire dal 60% di possesso palla con ampi tratti di completo controllo come nel secondo quarto della ripresa quando i rossoblù hanno controllato il pallone per 7′ contro i poco più di 2′ degli avversari. I padroni di casa sono stati triplicati nel conto dei tiri (15 a 5) e decisamente umiliati in quello dei corner (7 a 1) come dei tiri in porta (10 a 1) che il Bologna ha scoccato per metà dall’interno dell’area di rigore costringendo anche Bizzarri ad almeno cinque parate decisive. Solo in un’altra occasione i ragazzi di Donadoni erano riusciti a segnare più di due gol in campionato: ad inizio novembre contro il Palermo. Non appare troppo positivo il conto delle palle perse (28) a maggior ragione se confrontate con l’esiguo numero di recuperi (15) ma è certamente da sottolineare la predominanza delle azioni manovrate palla a terra (27) rispetto ai lanci lunghi (5). Nella performance atletica invece vince il Pescara per 98 km contro 96 ma evidentemente in questo comparto statistico trovano ripercussione tanto la necessità di sopperire all’uomo in meno degli abruzzesi quanto l’inutilità per i rossoblù di disperdere energie in una gara dall’esito mai in discussione. Positivo ovviamente il dato della disposizione tattica con un baricentro medio sui 56,3 metri con una lunghezza di 17,2 metri.

Le statistiche di Pescara-Bologna offerte dalla Lega Serie A

Le statistiche di Pescara-Bologna offerte dalla Lega Serie A

Krejci trasforma il primo rigore stagionale a favore del Bologna (ph. Zimbio)

Krejci trasforma il primo rigore stagionale a favore del Bologna (ph. Zimbio)

Analizzando poi le statistiche dei singoli calciatori spiccano il ritorno ad una maggiore produzione offensiva di Ladislav Krejci, leader dell’incontro per tiri in porta (3), e di Adam Masina con i suoi 2 tentativi al pari di Blerim Dzemaili e Federico Viviani. Meno positive invece le note in tal senso provenienti da Mattia Destro che ha calciato fuori entrambe le occasioni avute e primeggia nella gara per numero di palle perse a pari merito con il compagno di reparto Anthony Mounier (6 a testa). Krejci è poi primo anche per numero di cross (3) ancora una volta davanti a Masina mentre invece il migliore nei recuperi è risultato essere il capitano pescarese Ledian Memushaj a quota 5 seguito dai compagni Cristante e Gyomber ma anche dai rossoblù Nagy e Viviani a 3. Nessun pallone perso invece per il capitano rossoblù Gastaldello, apparso di nuovo in buona condizione. Il giocatore più falloso della partita è invece stato Gianluca Caprari con 4 interventi scorretti mentre il suo compagno Alessandro Crescenzi primeggia per km percorsi con 11,22. A seguire compresi tra i 10 e gli 11 km troviamo Mounier, Biraghi, Campagnaro, Nagy, Memushaj, Caprari e Masina. Ricordato che ci troviamo di fronte alla prima vittoria esterna del Bologna nella stagione 2016/17, va sottolineato anche il primo rigore stagionale concesso ai rossoblù trasformato da Krejci, alla sua prima rete in Serie A.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *