Bologna-Spezia 0-0, le pagelle


Dallo scialbo 0-0 interno con lo Spezia, il Bologna ha i suoi migliori in Da Costa, Masina e Matuzalem. Krsticic è indietro e gli attaccanti sono poco incisivi

– di Massimo Righi –

Angelo Da Costa è stato ancora una volta decisivo

Angelo Da Costa è stato ancora una volta decisivo

Da Costa 7 – Salva il risultato in extremis con una parata da campione. Non è la prima volta che il brasiliano (e prima di lui Coppola) salva il Bologna dal tracollo.

Ceccarelli 5,5 – Di rientro da titolare, il romagnolo pare un po’ in difficoltà contro i trequarti spezzini e spesso vacilla; in avanti qualche cross senza risultati.

Ferrari 6 – Buttato nella mischia per il forfait improvviso di Gastaldello, il giovane centrale se la cava bene senza dar mai l’impressione di soffrire oltremodo i più esperti Nene e Catellani.

Maietta 6 – Un paio di chiusure decisive e diversi palloni sradicati. Comanda il reparto difensivo con autorevolezza e i compagni ne beneficiano.

Masina 6,5 – Fra i migliori. Cavalca la fascia quando può e si propone bene in tutte e due le fasi. Non soffre le iniziative dalla sua parte e si rivela tempestivo nell’anticipare De Col nella ripresa.

Casarini 6 – Salva un gol fatto nel primo tempo, poi corre suda e soprattutto si fa sempre trovare in appoggio nell’aridità generale del centrocampo rossoblù.

Matuzalem 6 – Importante il suo lavoro finché ne ha. Interdice, costruisce e nelle prime battute cerca anche di suggerire il lavoro delle punte. Ammonito, salterà Bari (dal 70’Buchel 5,5 – Prova a dare un po’ di verve nel grigiore generale, invano).

Krsticic 5 – Mancherà ancora di condizione, ma la sua prestazione è impalpabile. Sbaglia alcuni appoggi semplici e si infila in corridoi barricati. Pericoloso a inizio ripresa con un tiro ravvicinato.

Sansone 5,5 – Pericoloso su punizione, cerca la giocata che però non gli riesce mai. Fatica a saltare l’uomo e a proporsi ai compagni. Si sbatte, viene anche arretrato ma predica nel deserto.

Acquafresca 5,5 – Si riprende il posto da titolare dopo la gara con il Perugia, ma il Bologna di adesso è tutta un’altra cosa. Prova a dare movimento e a farsi vedere, ma senza effetti. Un buon tiro nella ripresa che però dovrebbe almeno prendere lo specchio (dal 67’Improta 5 – Impalpabile, quasi non pervenuto. Ne avrà anche voglia, ma non la mette in pratica).

Mancosu 5 – Il lancio di Ferrari è un cioccolatino che un bomber di razza come lui deve trasformare in gol, invece ne esce un tiro triste. Qualche pallone toccato e poco altro. Disperso (dall’80’Cacia s.v. – Presenza che torna utile per le statistiche).

Lopez 5 – Questo Bologna non ha gioco né idee ma gli esperimenti del mister per trovare la strada giusta in una squadra poco propositiva, non sortiscono gli effetti desiderati. Non è solo colpa sua, ci mancherebbe, perché alla fine dei conti è sempre la squadra che va in campo e non il tecnico.

Spezia 5,5 – Bjelica dice che avrebbe meritato la vittoria. Piano. È stata una partita poco bella e il pareggio è giusto fra due squadre che hanno fatto poco, poi se l’azione del 94’ entrava, nessuno avrebbe parlato di furto. Piacciono molto Brezovec e Situm. Catellani da penna rossa: certe occasioni si devono concretizzare.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *