Bologna-Spezia, le voci dei protagonisti


Dopo il pareggio senza gol contro lo Spezia, parlano il tecnico del Bologna Diego Lopez ed i rossoblù Adam Masina e Federico Casarini

– di Marco Vigarani –

Diego Lopez paventa possibili cambiamenti nel Bologna

Il Bologna scivola al terzo posto ma Diego Lopez resta ottimista

Nessun gol segnato, un solo punto che consente almeno al Vicenza di scavalcare il Bologna in classifica ed un malcontento crescente nel pubblico: questo l’esito della gara odierna contro lo Spezia. Non appare però preoccupato il tecnico Diego Lopez che in conferenza stampa ostenta una certa sicurezza dichiarando: “È stata una partita combattuta ed equilibrata in cui abbiamo sfoderato una buona prestazione cercando in tutti i modi di vincere. Lo Spezia è una buona squadra in attacco, lo sapevamo e nel finale abbiamo rischiato seriamente: non possiamo permettercelo perchè il calcio è bastardo e oggi è andata bene. Ho a disposizione una buona squadra in cui ho fiducia e perciò sono ottimista perchè dobbiamo guardare avanti e sapere che la Serie B è un campionato rocambolesco in cui può succedere di tutto fino all’ultima giornata. Non ho paura di niente: nè del contraccolpo psicologico di aver perso la seconda posizione nè della media casalinga. Credo che non si possa definire deludente la nostra prestazione perchè anche oggi come in altre partite non è mai mancato l’impegno poi è chiaro che a volte il gol non arriva ma bisogna precisare che rispetto al girone d’andata gli avversari concedono molto meno. Sono contento della prova di Acquafresca che ha fatto quello che gli avevo chiesto dando profondità all’azione e più in generale della gara degli attaccanti che si sono sacrificati in fase di non possesso. Krsticic non può essere al meglio dopo un lungo infortunio ma atleticamente mi sembra che la squadra stia bene anche se i media da ormai quattro mesi dicono il contrario. Matuzalem mi ha chiesto il cambio mentre invece Gastaldello ha sentito un indurimento ai flessori nel riscaldamento e ha preferito non rischiare. Voglio però fare i complimenti a Ferrari che ha giocato molto bene contro avversari importanti“.

C’è ottimismo anche nelle parole del terzino Adam Masina, al ritorno nell’undici titolare del Bologna dopo alcune gare in panchina: “In questo momento abbiamo una gran voglia di fare tre punti – ha spiegato – perchè le vittorie servono per ottenere la Serie A e quindi a volte rischiamo di concedere qualcosa di troppo come nel finale di gara.  La squadra però si è comportata egregiamente mostrando un atteggiamento sempre positivo ma semplicemente è un momento in cui la palla non va dentro. La manovra magari non è fluida ma creiamo comunque buone occasioni che non concretizziamo. Le aspettative? Questa squadra all’inizio dell’anno era da playoff mentre adesso dovremmo essere da promozione diretta. Non possiamo non crederci proprio ora che arriva un momento importantissimo: la Serie B si decide nelle ultime 5-6 giornate“.

Il centrocampista rossoblù Federico Casarini

Federico Casarini pretende una vittoria dalla trasferta di Bari

Infine tocca al centrocampista Federico Casarini presentarsi davanti ai microfoni: “Innanzitutto ringraziamo i tifosi per quello che fanno ogni partita ma ci hanno dato davvero una dimostrazione d’affetto ancora maggiore. Noi volevamo fare una prestazione importante per tutti, abbiamo lavorato per creare diverse occasioni da gol ma purtroppo non siamo riusciti a segnare e quindi c’è ancora da migliorare. Nel finale di gara addirittura abbiamo rischiato contro uno Spezia che merita i playoff. Ora credo che la prestazione debba passare in secondo piano perchè servono solo i punti e quindi dobbiamo andare a Bari solo e soltanto per vincere. È ancora tutto nelle nostre mani e manca un mese e mezzo alla fine, non credo che ci sia un calo fisico ma è naturale che con meno partite davanti aumentino la tensione e la pressione per raggiungere un obiettivo importantissimo per tutti noi e per tutto il Bologna“.

Print Friendly, PDF & Email



2 thoughts on “Bologna-Spezia, le voci dei protagonisti

  1. Fulvio Michelutti

    Con Lopez (senza futuro a Bologna) la squadra gioca cosi..se gioca cosi al 90% non verrà promossa , quindi meglio mandarlo via subito prendendo un buon motivato re che possa tirar fuori dai giocatori in questo finale di campionato il 110%…….cerchiamo di essere razionali…..quanti errori ha fatto fino ad oggi Lopez??? Quanti ne fara ancora ???? Non ha senso tenerlo ancora!!

    Rispondi
  2. Guido SAPORI

    Se lo spogliatoio è unito meglio andare avanti così. Le notizie dicono il contrario e i tifosi stanno contestando tutto e tutti meglio cambiare solo con un allenatore con molto carattere e possibilmente molto carisma.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *