Bologna ti presento la Lazio: Inzaghi è terzo. Immobile super, Keita ritrovato


La Lazio di Simone Inzaghi è terza, si diverte e dà spettacolo. Immobile è ritornato ad alti livelli. Keita ha ritrovato se stesso e il biancoceleste.

-di Luca Nigro-

Simone Inzaghi alla sua seconda stagione sulla panchina della Lazio (ph. zimbio.com)

Simone Inzaghi alla sua seconda stagione sulla panchina della Lazio (ph. zimbio.com)

E’ una Lazio in piena salute quella che domani affronterà all’Olimpico il Bologna. La squadra di Simone Inzaghi, reduce da due vittorie consecutive, vive un momento da favola. Il terzo posto in classifica a quota tredici punti, non è un caso. Il gioco dei biancocelesti è sciolto, divertente e spumeggiante, questo grazie ad una manovra armonica e alla grande qualità in fase offensiva. Un Keita ritrovato e un Immobile in stato di grazia, sono la fotografia attuale dei capitolini. Nel 3-0 all’Udinese c’è il loro zampino: doppietta per l’attaccante azzurro, gol liberatorio del senegalese protagonista di un’estate da separato in casa e che adesso sembra essersi ripreso il biancoceleste. Inzaghi pian piano sta trovando la quadratura del cerchio e nell’attesa di recuperare tutti gli infortunati (Biglia, Kishna e Bastos su tutti), si gode lo stato di forma degli uomini a disposizione. Il tecnico piacentino a Udine ha proposto un 4-1-4-1 che sembra aver dato maggior equilibrio ai suoi uomini. Parolo sistemato da play maker ha lavorato bene da schermo davanti la difesa. Una retroguardia composta da De Vrij e Hoedt che nelle ultime due gare con Empoli e Udinese ha sofferto poco o nulla anche se, l’agilità degli attaccanti del Bologna, domani pomeriggio potrebbe metterli in difficoltà nell’uno contro uno visto che i due centrali biancocelesti hanno forza fisica ma poca corsa. In queste ultime giornate, il lavoro di copertura dei centrocampisti è stato fondamentale anche perché Lulic e Milinkovic-Savic da interni funzionano, sia in fase di possesso che di non possesso.

Keita Balde esulta dopo il gol segnato all'Udinese (ph. zimbio.com)

Keita Balde esulta dopo il gol segnato all’Udinese (ph. zimbio.com)

Felipe Anderson e Keita quando la Lazio ha palla possono diventare letali, ne sono consapevoli le difese avversarie ma soprattutto Immobile che sfrutta a pieno il lavoro dei compagni. Quando attacca la Lazio si ridisegna con un 4-2-3-1 e questo le garantisce maggiore pericolosità negli ultimi 16 metri. I biancocelesti tuttavia possono essere vulnerabili, soprattutto sugli esterni. I due terzini spesso non hanno la copertura necessaria di Anderson e Keita, ragion per cui possono andare in sofferenza se attaccati con costanza. Il giovane spagnolo Patric sta sostituendo Basta a destra, ma sembra l’anello debole della difesa. A sinistra, nella gara di Udine, ha giocato Lukaku che domani non ci sarà per infortunio. Rientra Radu che rispetto al compagno ha più esperienza ma meno corsa. Contro i rossoblù, Inzaghi per nove undicesimi confermerà la formazione che ha battuto l’Udinese. In porta rientra Marchetti che prenderà il posto di un più che positivo Strakoska. A sinistra dunque Radu, mentre Patric, De Vrij e Hoedt completano il reparto difensivo. A centrocampo Parolo sarà supportato da Lulic e Milinkovic mezzali con Keita e Felipe Anderson sugli esterni a rifornire Ciro Immobile. Gara quella di domani, che per tutte queste premesse, si prospetta complicata per il Bologna anche e soprattutto per via delle tante assenze. Ci vorrà dunque una prova sopra le righe per tentare di avere la meglio di una Lazio in piena forma.

Probabile Formazione (4-1-4-1): Marchetti; Patric, De Vrij, Hoedt, Radu; Parolo; Keita, Milinkovic-Savic, Lulic, Felipe Anderson; Immobile. All.: Simone Inzaghi.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *