Bologna ti presento l’Hellas Verona: capolista in B con tanti ex rossoblù


L’Hellas Verona guida in solitario il campionato cadetto. Pecchia allena i tanti ex Bologna in forza agli scaligeri. Pazzini è il capocannoniere con 13 gol.

-di Luca Nigro-

Fabio Pecchia è al suo primo anno sulla panchina dell'Hellas Verona (ph. zimbio)

Fabio Pecchia è al suo primo anno sulla panchina dell’Hellas Verona (ph. zimbio)

E’ partita con i galloni da favorita e al momento sta rispettando le attese. L’Hellas Verona, arriverà domani al Dall’Ara per il Quarto Turno di Coppa Italia da capolista del campionato cadetto con 33 punti in 16 partite a + 2 dal Frosinone e da un confortante + 5 dalla coppia Benevento-Cittadella. Tre mesi quasi perfetti per la formazione scaligera di Fabio Pecchia, macchiati nelle ultime settimane dalle inaspettate battute d’arresto con Novara e Cittadella che hanno riportato i gialloblù sulla terra: 2 sconfitte, 1 gol fatto e ben 9 subitì. Domenica scorsa contro il Bari, l’Hellas ha ripreso la marcia superando i pugliesi di misura grazie alla rete di Giampaolo Pazzini a 7’ dal termine. Per l’attaccante scaligero è il tredicesimo centro in campionato. Un Verona costruito per vincere, con tanti giocatori fuori categoria. Pazzini, Bianchetti, Romulo, Pisano, Siligardi, Maresca, Souprayen, Zuculini, Juanito Gomez tutti calciatori che potrebbero benissimo giocare in qualsiasi squadra di massima serie. Un mercato, condotto e concluso dal’ex Ds rossoblù Filippo Fusco, in modo perfetto: un mix di gioventù ed esperienza che permettono al Verona di ambire all’immediato ritorno in serie A. Inoltre Nicolas, Caracciolo, Riccardi, Boldor, Zaccagni, Valoti, Luppi, Fossati Ganz, Fares stanno dimostrando tutte le loro qualità. Fabio Pecchia, dopo aver lavorato nello staff di Rafa Benitez al Napoli, al Real Madrid e al Newcastle, è alla sua prima esperienza in assoluto da allenatore in una panchina e ha la fortuna di avere a disposizione una squadra completa in tutti i reparti.

I giocatori dell'Hellas Verona esultano dopo un gol allo Spezia (ph.zimbio)

I giocatori dell’Hellas Verona esultano dopo un gol allo Spezia (ph.zimbio)

La partita di domani, sarà anche l’occasione per rivedere in campo tanti ex Bologna. Da Troianello a Bessa, da Coppola a Zuculini passando per Boldor, Siligardi, Maresca e Fabio Pecchia, alcuni di loro sono stati protagnosti del ritorno in serie A di due stagioni fa. Mancheranno Albertazzi, out per la rottura del crociato, e Cherubin che continua a svolgere lavoro differenziato. Pecchia predilige il 4-3-3 e grazie alla duttilità di molti suoi interpreti, riesce ad avere partita dopo partita, soluzioni diverse. Romulo, per esempio, è stato schierato in tre ruoli diversi: esterno destro, mezzala e ala mancina. Il giovane Valoti esprime tanta qualità e ottime propensioni all’inserimento senza palla, Siligardi regala invenzioni e imprevedibilità, Pazzini è fuori categoria, Nicolas in porta si sta riconfermando ad alti livelli dopo l’ottima stagione scorsa a Trapani, Fossati dà le giuste geometrie in un centrocampo che funziona a meraviglia. Una squadra che al completo, potrebbe benissimo dire la sua anche in serie A. In Coppa Italia, gli scaligeri affrontano il Bologna dopo aver eliminato Foggia e Crotone. Domenica prossima, saranno impegnati nell’importante e delicata trasferta di Perugia ragion per cui Pecchia, con ogni probabilità, al Dall’Ara attuerà un robusto turnover. Sulla carta è favorita la squadra di Donadoni, ma attenzione a non sottovalutare l’impegno, poiché l’Hellas Verona è una squadra organizzata e ben strutturata.

Probabile Formazione (4-3-3): Coppola; Romulo, Boldor, Riccardi, Fares; Valoti, Maresca, Bessa; Troianiello, Ganz, Gomez. All.: Fabio Pecchia.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *