Bologna ti presento il Napoli. Sarri pensa al turnover, Gabbiadini titolare


Il Napoli al San Paolo fa paura, ma dietro è vulnerabile. Sarri cambia 4 giocatori rispetto a Kiev. Gabbiadini in pole. Ancora fuori Giaccherini e Diawara.

-di Luca Nigro-

Maurizio Sarri contro il Bologna pensa al turnover (ph. zimbio)

Maurizio Sarri contro il Bologna pensa al turnover (ph. zimbio)

Lo scorso anno al San Paolo sanno tutti come finì. Il campionato volgeva al termine e gli uomini di Donadoni, quasi sicuri della salvezza, furono annientati dai partenopei in piena corsa per il secondo posto. Domani il Bologna torna a Napoli e lo fa in un momento diametralmente opposto. Si è appena alla quarta giornata, un solo punto di distanza in classifica e con la piena consapevolezza di potersela giocare senza tanti timori. Già il bonus della magra figura è stato esibito a Torino. Ovviamente avrà di fronte una squadra qualitativamente superiore e che lotta per lo scudetto. Un Napoli, quello di Sarri che, nonostante abbia perso nell’ultimo mercato Gonzalo Higuain, si è addirittura rinforzato. Sotto il Vesuvio sono arrivati giocatori giovani e di grande prospettiva ma soprattutto due ex quali Giaccherini e Diawara, con quest’ultimo attore protagonista di una fiction estiva interminabile. Difficilmente vedremo i due in campo, quantomeno dal primo minuto. Più realistico che Sarri si affidi a Manolo Gabbiadini, altro grande ex dell’incontro. Il modulo è il classico 4-3-3 ma con ogni probabilità cambieranno alcuni degli intrepreti visti nella vittoriosa trasferta di Champions a Kiev. Turnover quasi obbligato per Sarri che, già a Palermo, aveva fatto ruotare i suoi uomini. C’è una differenza rispetto allo scorso anno e non è di poco conto: il Napoli oggi possiede cambi di livello in panchina, uno per ruolo. Questo permette al tecnico toscano di far ruotare più uomini senza mai abbassare il livello della squadra. A Kiev è scesa in campo la squadra titolare con Mertens al momento avanti nelle gerarchie rispetto ad Insigne. Domani però, l’esterno dovrebbe tornare titolare al posto del belga, proprio come successo a Palermo.

Manolo Gabbiadini in pole per un posto da titolare (ph. Zimbio)

Manolo Gabbiadini in pole per un posto da titolare (ph. Zimbio)

In porta Reina è intoccabile, mentre a destra Hysaj sarà rincofermato dopo che in Sicilia lasciò posto a Maggio. Al centro della difesa, Maksimovic si gioca un posto con Raul Albiol per affiancare Koulibaly. La prima novità dovrebbe essere a sinistra. Ad osservare un turno di riposo con ogni probabilità sarà Ghoulam, reduce da due partite consecutive. Dentro Strinic mai utilizzato fin’ora. A centrocampo, Jorginho va verso la riconferma mentre aumentano le quotazioni di Zielinski a discapito di uno tra Allan e Hamsik. Il polacco, uno dei migliori a Palermo, come il brasiliano garantisce lo stesso livello di giocate in fase propositiva, meno in quella difensiva. Il capitano azzurro invece è sempre sceso in campo, quindi potrebbe rifiatare. E’ tuttavia il reparto avanzato quello che sarà stravolto, almeno per due terzi. Fuori Milik e Mertens, dentro come già accennato Insigne e Gabbiadini. L’inizio di stagione per l’ex Bologna non è stato dei migliori e proprio domani sera, potrebbe avere la chance per riscattarsi al cospetto di un Milik presentatosi in pompa magna. Confermato invece Callejon, giocatore indispensabile nello scacchiere di Sarri, capace come nessuno di adempiere ottimamente alle due fasi. Il Napoli ci ha ormai abituato al suo gioco fatto di possesso palla e improvvise verticalizzazioni, oltre alle grandi qualità dei singoli a disposizione. Tuttavia non è  una squadra invulnerabile, soprattutto in difesa. La retroguardia azzurra, eccezion fatta per la trasferta di Palermo, ha subìto 5 gol nelle altre 3 gare giocate sin qui. L’attacco del Bologna ha dimostrato di poter far male. il Napoli è avvertito.

Probabile Formazione (4-3-3): Reina; Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly, Strinic; Allan, Jorginho, Zielinski; Callejon, Gabbiadini, Insigne. All.: Maurizio Sarri.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *