Bologna ti ripresento il Crotone: calabresi ultimi, Cordaz e Falcinelli i migliori


Il Crotone di Nicola ultimo con 9 punti ha la terza peggior difesa e il secondo peggior attacco della serie A. Cordaz super, Falcinelli miglior marcatore

– di Luca Nigro –

Davide Nicola da quest'estate alla guida del Crotone (ph. pugliain.net)

Davide Nicola ha cambiato modulo in corsa al suo Crotone (ph. pugliain.net)

Terza peggior difesa, secondo peggior attacco, appena 9 punti in 18 gare e ultimo posto in classifica in compartecipazione con il Pescara. Sono questi i numeri del Crotone di Davide Nicola che nonostante debba ancora recuperare la gara contro la Juventus, viaggia ad una proiezione finale di 18/20 punti. Se non farà peggio dell’Ancona (record negativo assoluto in A), poco ci manca. Per adesso il primo campionato di massima serie della storia dei calabresi è un disastro. Eppure, nonostante i numeri negativi, nulla è compromesso visto che la salvezza è distante 8 punti. Ovviamente il Crotone ha l’assoluta necessità di cambiare marcia nel girone di ritorno se vuole quantomeno tentare di evitare la retrocessione e le prossime quattro partite con Bologna, Genoa, Empoli e Palermo in tal senso diventano fondamentali. Tuttavia la squadra di Nicola delle ultime tre in classifica, è quella che al momento, almeno sul piano della voglia e del gioco, ha dato un’impressione migliore. C’è però un dato che su tutti fa capire quanto i calabresi soffrano di una grande fragilità mentale: dei 33 gol subìti, 12 sono stati incassati nell’ultimo quarto d’ora di gioco. I rossoblù, come successo nell’ultima gara persa all’Olimpico contro la Lazio, riescono a reggere e a giocarsela mediamente fino al 75’, poi crollano. Un aspetto che Davide Nicola non è ancora riuscito a correggere. Partito con uno spregiudicato 3-4-3, il tecnico piemontese dopo le prime non positive 7 giornate ha virato ad un più sensato 4-4-2 riuscendo perlomeno a dare maggiore equilibrio alla squadra.

Diego Falcinelli è il miglior realizzatore dei calabresi (ph. Zimbio)

Diego Falcinelli è il miglior realizzatore dei calabresi (ph. Zimbio)

Dopo la forzata migrazione a Pescara, il ritorno allo “Scida” è coinciso anche con le prime vittorie in campionato contro Chievo e Pescara anche se, l’attacco al pari della difesa, rimane il grosso neo dei calabresi. Delle 14 reti realizzate, 5 sono state messe a segno dal bravo Falcinelli ma i 54 tiri totali verso la porta avversaria danno un’idea ben precisa sulla poca pericolosità del Crotone in fase offensiva. Palladino, Trotta e Simy, 5 gol in tre, hanno finora dato un contributo troppo misero. Se i migliori sono i due portieri Cordaz e Festa (93 parate, dato più alto della serie A), si capisce come i rossoblù abbiano più di un problema. In chiave formazione, Nicola potrebbe recuperare Rosi dall’influenza e soprattutto Capezzi, non al meglio nelle ultime settimane, in mezzo al campo. Fuori ancora Tonev alle prese con il menisco. In porta rientrerà Cordaz dalla squalifica, linea difensiva a 4 con Sampirisi a destra, Ferrari e Ceccherini al centro e uno tra Martella e Rosi a sinistra. In mediana ci sarà l’ex Crisetig con Capezzi candidato a prendere il posto di Barberis. A destra agirà lo svedese Rohden, uno dei più positivi, mentre a sinistra dovrebbe rientrare Palladino dal primo minuto a discapito del rumeno Stoian. In attacco, confermata la coppa Falcinelli-Trotta. Se in fase di non possesso il Crotone diventa un 4-4-1-1, quando ha palla la formazione calabrese spesso passa ad un 4-3-3 anche se di base rimane il 4-4-2 iniziale. I numeri di certo danno favorito il Bologna, attenzione però: il Crotone allo “Scida” ha sempre venduto cara la pelle. Per fare risultato tuttavia, gli uomini di Donadoni dovranno sicuramente offrire una prestazione totalmente diversa da quella vista domenica sera a Torino contro la Juventus.

Probabile Formazione (4-4-2): Cordaz; Sampirisi, Ceccherini, Ferrari, Rosi; Rohden, Crisetig, Capezzi, Palladino; Falcinelli, Trotta. All.: Davide Nicola.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *