Bologna ti ripresento la Sampdoria: Muriel implacabile, per Giampaolo 6 punti nelle ultime due gare


La Sampdoria di Giampaolo nelle ultime due partite ha liquidato Roma e Milan. In gol tutti e tre gli attaccanti. Muriel è letale, Bereszynski la sorpresa.

-di Luca Nigro-

Marco Giampaolo al suo primo anno sulla panchina della Sampdoria (ph. Zimbio)

E’ stato uno dei migliori allenatori della scorsa stagione, adesso Marco Giampaolo, dopo un partenza altalenante, con la sua Sampdoria sembra aver trovato il giusto equilibrio. La squadra inizia a seguirlo e i risultati rispecchiano quello che si vede in campo. Le due vittorie consecutive con Roma e Milan ne sono la dimostrazione. Un tecnico, Giampaolo, meticoloso e testardo nel continuare ad attuare il suo credo tattico, quel 4-3-1-2 che non ha mai abbandonato, nemmeno nel momento più difficile della stagione nel quale la Samp aveva collezionato appena 2 punti in 6 partite. Adesso però è risalita fino al decimo posto a quota 30 punti, a sole due lunghezze dal Torino e a + 3 proprio dal Bologna. Certamente questo per i blucerchiati è il periodo più positivo della stagione: l’attacco gira a meraviglia con Muriel e Quagliarella saliti già a quota 17 reti in due e con il giovane Schick vera e propria sorpresa della serie A. Da evidenziare che la Sampdoria ha realizzato il 31 % dei gol nell’ultimo quarto d’ora. Ciò fa capire come la Samp sia una squadra temibile dal primo all’ultimo minuto. Interessante anche la linea di metà campo e di trequarti, dove a turno Bruno Fernandes, Alvarez o Djuricic durante la gara si scambiano spesso con Praet, schierato ultimamente da interno ma con spiccate caratteristiche da fantasista. Il belga, in questa nuova posizione, garantisce ottime linee di passaggio avendo nelle sue corde tocco di palla e visione di gioco. Barreto, presente nelle due ultime vittorie, dovrebbe saltare la gara di domenica per infortunio ma Giampaolo, potrà contare sulla forza e la velocità del polacco Linetty.

Luis Muriel è uno degli uomini più in forma dei sampdoriani (ph. tuttosport.com)

Ma il vero e proprio faro del centrocampo doriano è certamente Torreira che unisce quantità alla qualità e funge sia da schermo davanti la difesa che da rifinitore. Altra nota lieta di queste ultime giornate, è il neo acquisto Bereszynski, laterale difensivo di destra polacco capace di offendere e difendere allo stesso modo. A sinistra Regini, dopo l’esperienza negativa di Napoli, è tornato a discreti livelli mentre al centro della difesa, la coppia SilvestreSkriniar superato un inizio di stagione tribolato, sembra aver trovato una buona solidità. In porta Giampaolo proprio domenica scorsa a San Siro ha ritrovato Viviano anche se Puggioni, titolare negli ultimi due mesi, non ha fatto rimpiangere il compagno. Se in fase di possesso come detto è un 4-3-1-2, senza palla i blucerchiata passano ad un 4-1-4-1 con Muriel che scala a sinistra sulla linea di metà campo e Torreira in posizione di schermo difensivo. A volte si è visto anche un 4-3-2-1 o come negli ultimi minuti contro il Milan u. 4-2-3-1 in fase di possesso. In chiave formazione, Giampaolo non dovrebbe cambiare molto rispetto alle ultime due settimane. Tra i pali ci sarà Viviano, linea difensiva a quattro con Bereszynski a destra, Regini a sinistra, Slivestre e Skriniar al centro. Centrocampo a rombo con Torreira vertice basso e Bruno Fernandes vertice alto dietro le due punte. Interni Praet e Linetty (quest’ultimo dovrebbe sostituire Barreto). In attacco Quagliarella ma soprattutto Muriel, vera e propria spina del fianco delle difese avversarie. Per il Bologna, la Sampdoria attuale è uno degli avversari più difficili da affrontare dopo le due brutte batoste con Napoli e Milan. Certamente i blucerchiati sono in forma, ma rimangono pur sempre alla portata della squadra di Donadoni che ha l’obbligo di rialzare la testa il più in fretta possibile.

Probabile Formazione (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Skriniar, Regini; Linetty, Torreira, Praet; Bruno Fernandes; Muriel, Quagliarella. All.: Marco Giampaolo.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *