Bologna in tilt: niente tiri, troppe palle perse e baricentro basso


Triplicato nei tiri e nelle occasioni dall’Udinese, il Bologna perde un’infinità di palloni e si fa schiacciare nella propria metà campo

– di Marco Vigarani –

Quanta sofferenza per il Bologna a Udine: le cifre legittimano la vittoria bianconera (ph. Ansa)

Quanta sofferenza per il Bologna a Udine: le cifre legittimano la vittoria bianconera (ph. Ansa)

Il gol arrivato solo all’ultimo istante per merito di Danilo non è un caso. L’Udinese ha legittimato la vittoria nell’arco dell’intera sfida di ieri sera e tutti i dati statistici confermano chiaramente che gli uomini di Delneri non hanno rubato niente. Il possesso palla friulano si attesta al 57% con un solo momento di sofferenza nel finale, i tiri sono quasi il triplo di quelli del Bologna (16 contro 6) così come le occasioni da gol (15 a 5). Ben otto le parate importanti di Mirante a fronte di un solo tiro nello specchio compiuto dai felsinei ma merita di essere assolutamente notata anche la forte differenza tra palle perse e recuperate dei rossoblù. Ben 34 palloni smarriti a fronte di appena 12 recuperi: l’Udinese non ha fatto meglio ma il dato che interessa è quello di un Bologna che sembra aver perso coesione tra i reparti e convinzione nell’impronta tattica voluta da mister Donadoni. Poco conta aver corso 117 km contro il 114 degli avversari nonostante l’inferiorità numerica degli ultimi 25′ così come la compattezza mostrata stringendosi sui 27,63 metri di media scompare di fronte ad un baricentro ancora una volta troppo basso che si attesta sui 45 metri di campo.

Le statistiche di Udinese-Bologna offerte dalla Serie A

Le statistiche di Udinese-Bologna offerte dalla Serie A

Disastrosa prova di Torosidis contro l'Udinese conclusa con 9 palle perse (ph. Schicchi)

Disastrosa prova di Torosidis contro l’Udinese conclusa con 9 palle perse (ph. Schicchi)

Tutti gli attaccanti dell’Udinese hanno cercato a ripetizione il tiro in porta (3 volte Perica e 2 a testa Thereau e Zapata) ma alla fine la gara è stata decisa dal difensore Danilo mentre invece il più insidioso dei rossoblù è stato il mediano Taider, protagonista di un paio di conclusioni fuori dallo specchio. Come anticipato, l’Udinese ha perso tantissimi palloni in particolare con i suoi attaccanti (9 Zapata, 7 Thereau e 6 De Paul) ma spiccano le 9 palle sprecate dal terzino greco Torosidis, in teoria uno degli esperti del gruppo. In realtà però praticamente nessuno dei ragazzi di Donadoni può dirsi innocente visto che gli unici a non perdere alcun pallone sono stati Mbaye per mancanza di tempo e soprattutto Maietta, come sempre clamorosamente concentrato ed anche decisivo con le sue 5 palle recuperate che lo rendono il miglior interprete della specialità nell’arco della partita di ieri. Il più falloso invece è risultato lo svizzero Dzemaili mentre il collega Taider ha corso più di tutti con 12,97 km seguito da Thereau. Chiudono comunque la gara sopra i 12 km percorsi anche Masina, Kums e Dzemaili.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *