Bologna-Trapani 2-0. Vittoria meritata quella dei rossoblu. Ottime le prove di Krejci e Destro


Dopo due anni il Bologna supera il terzo turno di Coppa Italia. I gol di Krejci e Taider fanno esplodere gli 11000 del Dall’Ara. Destro tra i migliori.

-di Luca Nigro-

Ladislav Krejci al suo primo gol in maglia rossoblù (ph. Schicchi)

Ladislav Krejci al suo primo gol con la maglia rossoblù (ph. Schicchi)

Buona la prima. Il Bologna dopo due anni torna alla vittoria in Coppa Italia regalando la prima gioia stagionale al folto pubblico accorso al Dall’Ara nonostante il Ferragosto alle porte. Adesso si deve attendere solo il nome del prossimo avversario che uscirà dalla sfida di domenica sera tra Hellas Verona e Crotone. Oltre al risultato, quello che è piaciuto di più è stato l’atteggiamento: squadra ben messa in campo con i tre nuovi acquisti Krejci, Verdi e Nagy sugli scudi. Buona la manovra con improvvise verticalizzazioni che hanno in più di una circostanza messo in crisi la difesa siciliana. Confortante la prova di Mattia Destro, al rientro da titolare dopo ben 5 mesi. Alcune giocate d’alta scuola e la buona intesa con i compagni di reparto, fanno ben sperare nel suo pieno recupero in vista dell’esordio in campionato con il Crotone. Donadoni inizialmente accantona il 4-2-3-1 e si affida al consueto 4-3-3. Cosmi da par suo, schiera 6 degli 11 scesi in campo nella finale play off persa contro il Pescara lo scorso anno. La partita sin dalle prime battute è di marca rossoblù. Uno dei più attivi è il ceco Krejci. L’ex Sparta Praga già al 2’ si mette in mostra servendo Destro in area che da buona posizione manda a lato. L’esterno poco dopo, ha sul destro l’opportunità di battere Guerrieri ma non è il suo piede e si vede: tiro strozzato con Fazio che libera sulla linea.

Saphir Taider esulta dopo il gol del raddoppio (ph. Schicchi)

Saphir Taider esulta dopo il gol del raddoppio (ph. Schicchi)

Al 25’ prima grande giocata di Mattia Destro che protegge palla ai 30 metri e con un no look verticalizza per Verdi ma il fantasista tutto solo davanti a Guerrieri manda incredibilmente a lato. La supremazia dei padroni di casa ha il suo giusto epilogo al 41’ quando Verdi dalla destra serve al limite Destro, tacco a liberare Krejci per il gol dell’1-0. Al rientro dagli spogliatoi, gli uomini di Donadoni ipotecano definitivamente il passaggio del turno. Masina assiste in area Taider bravissimo a superare Guerrieri in uscita con un delizioso colpo sotto. Al 4’ Verdi prova a farsi perdonare dell’errore del primo tempo scagliando un gran sinistro a giro dal limite che va a stamparsi sul palo a portiere battuto. Al 32’ l’ex Carpi è ancora protagonista con un destro a botta sicura respinto in angolo da uno strepitoso intervento di Guerrieri. E’ questa l’ultima occasione per un Bologna determinato e convincente che a fine gara riceve i meritati applausi della sua curva.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *