Bologna, un punto che vale oro: la salvezza è aritmetica


Finisce 0-0 contro l’Empoli, in un match ricco di occasioni al termine del quale i rossoblù possono festeggiare la salvezza aritmetica

– di Luigi Polce –

Un punto a testa e salvezza aritmetica per Empoli e Bologna, che danno vita ad uno 0-0 ricco di occasioni e godibile nonostante le due squadre non avessero sostanzialmente più nulla da chiedere a questo campionato. Tutto secondo i piani nell’Empoli di Giampaolo, con Diousse al posto dello squalificato Paredes e Saponara alle spalle del tandem Pucciarelli-Maccarone. Nel Bologna invece Donadoni conferma il 4-2-3-1 che tanto bene ha figurato contro il Genoa, con Diawara accanto a Brighi davanti alla difesa e il trio Mounier-Brienza-Giaccherini alle spalle dell’unica punta Ferrari. In difesa gioca Ferrari sull’out di destra in sostituzione dello squalificato Rossettini.

E' di Zielinski l'occasione migliore del primo tempo (ph. zimbio)

E’ di Zielinski l’occasione migliore del primo tempo (ph. Schicchi)

L’Empoli gioca, il Bologna prova a far male. Può essere questo il sunto dei primi 45 minuti di gioco del Castellani, dove sotto un sole primaverile e in un clima di assoluto relax vista la classifica, le due squadre danno vita ad una partita piacevole. I padroni di casa si fanno preferire  sotto il punto di vista del gioco e della manovra, il Bologna invece almeno inizialmente resta sulle sue. La prima occasione però capita ai ragazzi di Donadoni con Mounier, che all’8 riceve un filtrante da Brienza ma non angola a sufficienza il suo piattone. Al 23′ invece lo spunto è di Giaccherini, tra i più vivaci nel primo tempo, ma la sua conclusione viene smorzata da Diousse e perde di pericolosità. Dopo 4′ ancora Giak tenta la conclusione trovando però Pelagotti attento a bloccare in due tempi. L’Empoli, dal canto suo, muove tanto il pallone ma raramente si rende pericoloso, vuoi per la linea del Bologna che spesso e volentieri manda in offside Pucciarelli, vuoi per il gran lavoro di Diawara che si attacca alle costole di Saponara togliendo spazio e idee al n.5 azzurro. Questo però dà modo alle mezzali empolesi di inserirsi, e proprio sui piedi di Zielinski capita la miglior palla gol della frazione: Pucciarelli da terra lavora un gran pallone per il polacco, che sfrutta l’assist del compagno sparando però addosso a Mirante col piattone (31′). Lo scampato pericolo sembra svegliare i rossoblù, che crescono in intensità e pericolosità nell’ultimo quarto d’ora: Brienza al 34′ semina il panico nella difesa di casa non trovando poi la porta col destro, mentre 9 minuti dopo ci prova Mounier col piazzato senza grossa fortuna. Si torna così negli spogliatoi sullo 0-0, l’impressione è che serva un pizzico di cattiveria in più da ambo le parti per sbloccare la contesa.

Doppia occasione nella ripresa per Floccari, ma ha retto lo 0-0 (ph. zimbio)

Doppia occasione nella ripresa per Floccari, ma ha retto lo 0-0 (ph. zimbio)

La ripresa inizia sulla falsariga di quanto visto nel primo tempo, con gli stessi ventidue in campo che, nonostante un ritmo certamente non forsennato, danno vita ad un match vivo. Al 51′ Floccari chiama in causa Pelagotti che risponde presente, un minuto dopo invece nell’area opposta è prodigioso Masina ad immolarsi su una conclusione a botta sicura di Saponara. Lo stesso fantasista ex Milan è protagonista al 65′, quando l’Empoli protesta in maniera piuttosto veemente per una decisione alquanto dubbia della squadra arbitrale: confusione all’altezza del dischetto, Masina atterra proprio Saponara che con un tocco riesce comunque a servire Croce, a quel punto però in fuorigioco. Il gol del n.11 azzurro viene allora giustamente annullato, le proteste sono tutte per quel penalty che francamente sembrava potesse esserci. Passata la paura comunque il Bologna rimette il naso in avanti, e si rende molto pericoloso con una doppia occasione per Floccari tra il 66′ e il 68′. I rossoblù però sono poco fortunati nelle conclusioni, come evidenziato anche dal fendente di Giaccherini il quale, dopo un’azione insistita dei suoi, va al tiro non trovando lo specchio per questione di centimetri (74′). Nemmeno i cambi schiodano il risultato dai binari dello 0-0, allora Saponara prova la magia col mancino al volo su gran lancio di Zielinski, ma non c’è nulla da fare. Dopo 4′ di recupero, termina 0-0 allo stadio Castellani dove i tifosi di casa possono festeggiare una salvezza già acquisita prima di questi 90′. E possono far festa anche i mille accorsi dal Bologna: i rossoblù raggiungono 41 punti e sono aritmeticamente salvi. La Serie A passerà da Bologna anche la prossima stagione.

EMPOLI (4-3-1-2): Pelagotti; Bittante (78′ Zambelli), Cosic, Costa, Mario Rui; Zielinski, Diousse (65′ Maiello), Croce (86′ Buchel); Saponara; Pucciarelli, Maccarone
All.: Marco Giampaolo

BOLOGNA (4-2-3-1): Mirante; Ferrari (68′ Zuniga), Gastaldello, Maietta (53′ Oikonomou), Masina; Brighi, Diawara; Mounier (84′ Krafth), Brienza; Giaccherini; Floccari
All.: Roberto Donadoni

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *