Bologna-Varese 3-0, le pagelle


Vittoria importante e convincente del nuovo Bologna di Tacopina. Tutti promossi, ma spiccano fra tutti Oikonomou, Abero, Zuculini e Acquafresca

– di Massimo Righi –

Acquafresca esulta sotto la tribuna dopo il gol del 2-0

Acquafresca esulta sotto la tribuna dopo il gol del 2-0

Coppola 6,5 – Quasi mai chiamato in causa se non all’inizio quando sventa alla grande su Neto. Per il resto normale amministrazione e qualche uscita alta sicura.

Ceccarelli 6,5 – Comincia subito a sgroppare sulla destra, dimostrando subito la buona verve. Mette anche qualche pallone in mezzo mentre in difesa regge bene

Oikonomou 7,5 – Dalle sue parti non si passa. Gli scappa solo una volta Lupoli, ma per il resto si erge ad ultimo baluardo sbrogliando diverse volte alcune criticità. Ormai è imprescindibile.

Maietta 6,5 – Inizia un po’ contratto e infatti all’inizio è evidentemente in difficoltà, poi prende fiducia e chiude la porta a chi passa dalle sue parti.

Abero 7 – Un altro giocatore, lontano parente di quello intravisto finora. Segna il primo gol italiano della sua carriera e della nuova era Tacopina con una bella giocata in anticipo e seguente tocco sottomisura. Speriamo sia la partita della svolta della sua carriera.

Buchel 6,5 – Quasi subito ammonito, era diffidato e salterà Modena come Zuculini. Nella ripresa sale di tono dopo un primo tempo operaio e fatto di lanci lunghi. Ha classe, passo e visione di gioco. Esce stremato per crampi (dal 74′ Giannone 6 – Entra per l’ultimo quarto d’ora e cerca di ritagliarsi uno spazio nella festa rossoblù).

Matuzalem 6,5 – Nelle prime battute perde due palloni sanguinosi, poi cresce in ritmo ed intensità e fa girare la squadra con autorevolezza e grande carattere.

Zuculini 7 – Ancora una partita di altissimo livello per l’argentino che sradica un sacco di palloni e si propone continuamente in tutte le fasi. Fornisce anche un gran pallone a Laribi che pero spara alto. Ammonito nel primo tempo, salterà Modena perché diffidato. Mancherà parecchio la sua grinta (dal 59′ Bessa 6 – Lavora molto in termini di corsa e si sbatte in una mediana dove Buchel aveva mostrato buone cose prima di lui, è in cerca del, a condizione migliore).

Laribi 6 – Sbaglia due gol facili, uno per tempo. Per il resto è il solito giocatore generoso, sempre presente in appoggio pronto a dare una mano e che macina chilometri su chilometri.

Cacia 6,5 – Si segnala soprattutto per le tante sponde e il grande lavoro in appoggio per i compagni vicini a lui. Si sblocca con un gol molto bello da lontano, sfruttando l’uscita a vuoto del portiere

Acquafresca 7 – Gioca tanti palloni, combatte e si propone come mai aveva fatto. Trova il gol sotto misura a porta vuota, ma è bravo a farsi torvare li per l’appuntamento col gol. Esce fra gli applausi di tutto lo stadio, dopo aver regalato anche qualche preziosismo (dal 85′Pasi s.v. – Non si segnala se non per un mezzo gol sbagliato su un cross a mezza altezza di Giannone nei minuti finali).

Lopez 7 – La sua caparbietà nel difendere le proprie idee e il proprio operato, sta pagando. La squadra è con lui, lo segue e non sbaglia un colpo. Sono cresciuti tutti, anche coloro che parevano irrecuperabili, su tutti Abero.

Varese 5 – Le potenzialità ci sarebbero tutte e all’inizio il Bologna trema su Neto, poi i lombardi si eclissano e di loro non rimane che qualche sparuta apparizione senza conseguenze. Oggi, quasi tutti fuori partita.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *