Bologna-Vicenza, le voci dei protagonisti


Dopo la netta sconfitta patita dal Bologna contro il Vicenza, hanno parlato nell’ordine Claudio Fenucci, Joe Tacopina, Daniele Gastaldello, Diego Lopez e Pantaleo Corvino

– di Marco Vigarani –

Claudio Fenucci durante la presentazione al Dall'Ara

Claudio Fenucci, amministratore delegato rossoblù

Nel ricco post partita di Bologna-Vicenza, il primo ad intervenire è stato l’amministratore delegato Claudio Fenucci: “Un passo falso ci può stare ma dobbiamo ripartire perché siamo ancora in piena corsa per raggiungere il nostro obiettivo. Certamente stasera però non c’è stato nè il risultato nè la prestazione, penso che non si siano divertiti i membri della famiglia Saputo come tutti gli altri tifosi e mi dispiace. Onore comunque al Vicenza che è stato più bravo di noi“.

È stato quindi il turno di qualche parola per il presidente Joe Tacopina che ha detto: “Perdere non piace a nessuno e quindi è ovvio che mi dispiaccia però il campionato è ancora molto lungo. Questo è lo sport e questa è solo una sconfitta: il Bologna è ancora al secondo posto in classifica, in piena corsa per raggiungere l’obiettivo“.

Tra i rossoblù invece si è presentato davanti ai cronisti solo Daniele Gastaldello: “Questa partita è semplicemente nata male perchè abbiamo subito gol e poi siamo rimasti in dieci: a quel punto è stato tutto più difficile. Giocare al Dall’Ara non è un problema anzi credo che ci siano mancati più che altro i risultati e anche oggi, pur in inferiorità numerica abbiamo avuto qualche occasione almeno per riaprire la gara. Anche dopo questa sconfitta però non dobbiamo mollare nè cancellare tutto quello di buono che abbiamo fatto finora perchè il Bologna viene da risultati importanti. In questo momento è meglio tornare subito in campo martedì per recuperare quello che abbiamo perso per strada oggi pur nella convinzione che non mancano tre o quattro giornate al termine della stagione e che la Serie B è ancora molto lunga. Noi siamo il Bologna e dobbiamo pensare solo a noi stessi, non a quello che fanno le altre squadre. Voglio poi fare i complimenti al Vicenza perchè ha disputato davvero un’ottima gara“.

Prima sconfitta dopo nove gare per Diego Lopez

Prima sconfitta dopo nove gare per Diego Lopez

È arrivato quindi anche Diego Lopez che ha spiegato: “Devo ammettere che purtroppo non abbiamo avuto solo sfortuna ma anche sbagliato tanto e non abbiamo scuse. Dovevamo fare la partita e invece abbiamo lasciato il Vicenza libero di esprimersi con una grande prestazione. In particolare abbiamo sbagliato troppi passaggi in mediana e ancora una volta non abbiamo fatto bene in casa. Sul primo gol siamo stati sfortunati perché la barriera si è aperta e dopo in inferiorità numerica abbiamo provato a reagire impiegando comunque due punte e provando anche la difesa a tre ma ormai era diventato troppo difficile. Non facciamo drammi però e ripartiamo pensando solo alla prossima partita. Matuzalem aveva la febbre e al suo posto ho scelto Bessa che aveva già fatto bene in passato in quel ruolo e che mi permetteva di lasciare a sinistra Krsticic (trauma distorsivo al ginocchio sinistro per lui, ndr). Non mi pento delle mie scelte, neanche di Mbaye al posto di Ceccarelli che aveva bisogno di riposare: il ragazzo è stato sfortunato così come Cacia. Non ho incontrato Saputo al termine della gara, mi dispiace per loro ma anche per tutti gli altri tifosi“.

Pantaleo Corvino torna ai microfoni dopo la sconfitta con il Vicenza

Pantaleo Corvino torna ai microfoni dopo la sconfitta con il Vicenza

L’ultimo a parlare è il direttore sportivo Pantaleo Corvino che ha dichiarato: “Mi sembrava giusto essere presente dopo una sconfitta così dolorosa che completa un ciclo di tre partite casalinghe nelle quali abbiamo sofferto. L’analisi del mister e della squadra dovrà partire proprio da questi dati oltre a quelli relativi ad alcune vittorie in cui non avevamo brillato pur ottenendo il massimo risultato. Non sono preoccupato dalle inseguitrici ma piuttosto dalla sterilità dimostrata nelle gare casalinghe: non ci mancano gli attaccanti ma nonostante questo non facciamo gol nè costruiamo abbastanza occasioni pericolose. Noi vorremmo vedere un Bologna che lascia poco come succede in trasferta ma i dati devono far riflettere tutti a partire dal mister che però dopo otto risultati positivi non potrebbe essere messo in discussione da nessun dirigente al mondo. In particolare le scelte tecniche che ha fatto oggi penso possano essere riferite anche alla necessità di tornare in campo più volte in pochi giorni“.

Print Friendly, PDF & Email



2 thoughts on “Bologna-Vicenza, le voci dei protagonisti

  1. Vecchio Tifoso

    Per mio conto ad un certo punto Lopez, non dava ordini in campo, ne cambiava giocatori, per il semplice motivo : non ci capiva più nulla. Se nemmeno martedì con il Latina si vince, vuole dire che la fortuna del nostro allenatore è finita. COLOMBA ERA IN TRIBUNA

    Rispondi
  2. Fulvio Michelutti

    Ho l’impressionante che la squadra non segua più Lopez dopo le scelte sbagliate degli ultimi 2mesi tra cambi assurdi e formazioni ancora più assurde, con errori clamorosi tipo l’esclusione di zuculini ed il non gioco della squadra e il non gol degli attaccante….credo che Lopez bisogna sostituirlo con reja e provate a giocare con un modulo propositivo tipo un 3-4-3.saluti

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *