Bologna, Virtus, Fortitudo e Ducati: il weekend perfetto atteso 10 anni


Le vittorie di sabato di Virtus e Fortitudo sono state seguite domenica da quelle di Bologna e Ducati per un weekend perfetto che mancava dal 2007

– di Marco Vigarani –

Bologna la Dotta. Bologna la Grassa. Bologna però è anche la Sportiva visto che raccoglie all’interno del suo accogliente abbraccio alcune delle realtà sportive più vincenti dello sport italiano. Trascurando colpevolmente polisportive dalla storia ultracentenaria che hanno prodotto campioni assoluti e titoli nazionali, risulta però inevitabilmente più facile presentare al grande pubblico le vicende che riguardano i due sport più amati (calcio e basket) e la più importante realtà motoristica locale.

La festa dei ragazzi di Donadoni dopo il gol di Andrea Poli (ph. Zimbio)

Nel weekend che si è da poco concluso tutti gli sportivi bolognesi hanno potuto sorridere di gusto grazie ad una straordinaria combinazione di eventi positivi. Tutto è iniziato sabato quando Virtus e Fortitudo sono state capaci di vincere con autorità le rispettive sfide in trasferta sui campi di Pesaro e Ferrara. I bianconeri che sono tornati in A per stupire si sono imposti 81-75 contro un’altra realtà storica della pallacanestro italiana mentre invece i biancoblu si sono scoperti corsari in terra estense per 91-85 in un antipasto del derby calcistico mantenendosi imbattuti nel nuovo campionato di A2. Nella mattinata di domenica poi è arrivata l’impresa di Andrea Dovizioso che ha portato la sua Ducati a tagliare per prima il traguardo di Motegi, il circuito casalingo della Honda del rivale Marquez che ora dista appena 11 punti in classifica per una caccia al titolo ancora tutta da vivere. A completare il poker ci ha pensato il Bologna con una prova di grande maturità che è valsa il successo per 2-1 nel derby contro la Spal firmato in calce dalla rete di Poli e dalle prestazioni di Palacio e Donsah.

Casey Stoner su Ducati festeggia ad Istanbul nel 2007 (ph. Zimbio)

Per ritrovare un weekend altrettanto positivo bisogna tornare indietro di oltre dieci anni e più precisamente al 21 e 22 aprile 2007. In quell’occasione aprì le danze il Bologna che militava in Serie B ed il sabato pomeriggio regolò nettamente il Verona al Dall’Ara con un 2-0 firmato da Fantini e Meghni, due marcatori diventati poi negli anni poco più che ricordi sbiaditi nella storia rossoblù. Alla domenica poi arrivò il successo del centauro australiano Casey Stoner su Ducati, partito quarto sulla griglia del circuito di Istanbul ma poi capace di prendersi il secondo trionfo di una stagione che lo vide infine laurearsi campione iridato insieme alla scuderia di Borgo Panigale battendo la Honda di Pedrosa, un altro pilota iberico. La domenica fu però resa trionfale dal doppio successo della palla a spicchi con la Fortitudo capace di battere Teramo per 84-73 e la Virtus che mise a segno un colpaccio esterno sul campo di Napoli imponendosi addirittura per 84-51. Quella formazione bianconera, allenata dal coach macedone Markovski, arriverà poi a sorpresa fino alla finale Scudetto persa contro Siena.

Considerando proprio quello splendido exploit bianconero, il successo finale della Ducati, la presenza della Fortitudo in A ed anche la stabilità trovata nel 2007 dal Bologna che poi un anno dopo centrò il ritorno nella massima categoria, verrebbe davvero da augurarsi che questa coincidenza possa portare fortuna a tutte e quattro le realtà sportive dell’eccellenza felsinea. Sperando di non dover aspettare altri dieci anni per vivere un altro weekend così.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *