Bonaventura faro del Milan, Candreva trascinatore. Roncaglia e Mauricio, che errori


Top e Flop della 24^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

Giacomo Bonaventura ha trovato la sua posizione ideale dietro le punte

Giacomo Bonaventura ha trovato la sua posizione ideale dietro le punte

Bonaventura (Milan): forse il Milan di Inzaghi ha trovato il suo faro. Da quando Bonaventura è libero di muoversi sulla trequarti i rossoneri hanno fatto vedere tratti di bel gioco. Dopo mesi passati relegato sulla fascia, nella nuova posizione finalmente Jack può esprimere tutto il suo talento. Non a caso è lui a portare in vantaggio il Milan con un gran tiro da fuori area su cui Leali può fare veramente poco;

Candreva (Lazio): trascina i suoi verso la rimonta contro il Palermo, trovando la rete del definitivo 2-1 con una bellissima azione personale: lascia sul posto metà difesa rosanero per poi concludere con un potente destro sotto la traversa. Esultando si infortuna, speriamo non in modo grave;

Maccarone (Empoli): grande prestazione per Big Mac che ad Empoli sta vivendo una seconda giovinezza. Sigla la rete del raddoppio con un destro potente su assist di Vecino e si ripete nella ripresa trovando la doppietta personale e il suo 7° centro stagionale con un sinistro a incrociare;

FLOP

L'errore di Facundo Roncaglia ha regalato il pareggio alla Sampdoria

L’errore di Facundo Roncaglia ha regalato il pareggio alla Sampdoria

Roncaglia (Genoa): il suo errore regala il pareggio alla Sampdoria nel derby di Genova e manda su tutte le furie Gasperini, che nel post-partita sottolinea ai microfoni l’errore del suo giocatore, probabilmente non il modo migliore per migliorare il ragazzo, reo però di commettere davvero una grossa ingenuità, non proteggendo adeguatamente il pallone e facendoselo “soffiare” da Eder, che sigla il gol del definitivo pareggio;

Mauricio (Lazio): dopo un esordio più che positivo, il difensore brasiliano arrivato a gennaio commette un’ingenuità clamorosa, regalando la sfera agli avversari al limite dell’area di rigore effettuando un passaggio maldestro e senza imprimere forza al pallone. Il centrocampista del Palermo Quaison intercetta la sfera, ringrazia e serve a Dybala l’assist per il momentaneo 1-0;

Barreto (Palermo): forse scosso dalle voci di mercato e dalle parole dure del presidente Zamparini nei suoi confronti, il capitano del Palermo, per la prima volta nel corso della stagione, perde la testa nei minuti finali della gara, meritandosi 2 gialli che poteva benissimo evitare, con conseguente espulsione nel giro di pochi minuti.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *