Bottas-Hamilton: noiosa passerella finale. Poi Vettel e Raikkonen


Prima le due Mercedes poi le due Ferrari: si conclude così il gp di Abu Dhabi e con esso la stagione della Formula 1

– di Alberto Bortolotti –

Il podio del GP di Abu Dhabi: l’ultimo della stagione 2017 (ph. Zimbio)

Noiosissima passerella finale della Formula 1 ad Abu Dhabi. Il gradino più alto del podio tocca all’emergente Valtteri Bottas che batte il compagno di squadra Lewis Hamilton, già campione del mondo. Il team principal Mercedes Toto Wolff conferma che le frecce d’argento hanno scelto l’affidabilità ed in effetti si è visto.

Terza la Ferrari di Vettel, ma con un distacco troppo pesante e che rischia purtroppo di essere un sinistro presagio per il 2018. Raikkonen dietro, davanti a Verstappen, con Ricciardo ritirato. Sesto Hulkenberg, settimo e ottavo i due della Force India Perez e Ocon, e nono e decimo la coppia dei veterani Alonso e Massa, Passo d’addio definitivo per il brasiliano, martedì torna in Formula 1 Robert Kubica che potrebbe essere il suo sostituto in Williams.

Un’occhiata alla stagione fa scoprire un sacco di dati interessanti. Il campione del mondo Hamilton è sempre andato a punti e il suo compagno di squadra Bottas ha fallito una sola occasione, in Spagna.

Vettel ha conservato la seconda piazza nonostante sia rimasto a zero a Singapore e in Giappone, due stop in tre gare, con due vittorie in quei gran premi di Hamilton: il Mondiale si è deciso lì. Da notare che la sua cadenza di podi più alti (5 in totale, Australia, Bahrein, Canada, Ungheria, Brasile: un solo successo in Europa) ha seguito una regolarissima e sempre peggiorativa cadenza: dopo 1 gran premio non vinto, poi dopo 2, poi dopo 4, e infine dopo 8. Il tedesco spiega sinteticamente il secondo posto finale: “Abbiamo fatto dei grandi progressi ma rispetto alla Mercedes ci manca ancora un po’ di potenza“.

Il quarto posto di Raikkonen è stato salvato grazie allo 0 di Ricciardo ad Abu Dhabi: l’australiano vanta un successo, a Baku, e il poco utile finlandese nessuno.

Dei 168 punti di Verstappen, sesto, 100 sono appannaggio delle ultime 6 gare, con 2 successi, Malesia e Messico.

Le due Force India si confermano la quarta forza del campionato: Perez settimo e Ocon ottavo, con estrema affidabilità. Solo a Montreal nessuna delle due è andata a punti.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *