Brasile eliminato con gol irregolare, poker dell’Ecuador


Secondo shock in Copa America con l’eliminazione del Brasile per un gol irregolare del Perù. Goleada dell’Ecuador su Haiti

– di Marco Vigarani –

Festa per l'Ecuador che accede ai quarti contro gli USA (ph. Newsclip)

Festa per l’Ecuador che accede ai quarti contro gli USA (ph. Newsclip)

La notte di Copa America si è aperta con un incontro dall’esito scontato che non ha regalato alcuna sorpresa. Ecuador infatti si è imposta facilmente sulla Cenerentola Haiti, troppo debole ed impreparata per questo palcoscenico. La Tricolor si è impossessata del pallino del gioco dopo pochi secondi e ha annientato ogni resistenza avversaria con due gol per tempo prendendosi la sfida agli Stati Uniti padroni di casa nei quarti di finale. Sugli scudi sicuramente l’attaccante Enner Valencia autore di una prova clamorosa impreziosita da due assist ed il gol che ha sbloccato il risultato al 10′ vedendosi chiudere lo specchio della porta in un altro paio di occasioni. Il raddoppio è arrivato dopo meno di dieci minuti con Ayovì messo davanti alla porta spalancata proprio dalla punta del West Ham ma prima dell’intervallo entrambe le squadre hanno centrato anche la traversa. Nella ripresa ancora Ecuador con il piede sull’acceleratore e Haiti in evidente difficoltà che prima si salva sulla linea poi subisce il colpo del ko con la rete di Noboa, dimenticato nel cuore dell’area. Il poker finale arriva al 77′ sull’asse Valencia-Valencia: Enner serve Antonio e la testa vola già alla sfida contro gli USA.

Il momento in cui l'arbitro assegna al Perù il gol che elimina il Brasile dalla Copa America (ph. Zimbio)

Il momento in cui l’arbitro assegna al Perù il gol che elimina il Brasile dalla Copa America (ph. Zimbio)

Tanto era prevedibile la vittoria dell’Ecuador, quanto è stata sorprendente l’eliminazione del Brasile arrivata nella seconda gara della notte per mano del Perù. Vero e proprio spareggio per la sopravvivenza, la gara di Foxborough ha visto inizialmente i verdeoro protagonisti in particolare grazie alla verve di Gabigol promosso titolare dopo la sua prima rete. Il portiere peruviano Gallese però ha respinto ogni tentativo avversario consentendo ai compagni di alzare il baricentro nella seconda parte di gara mentre il Brasile decideva di accontentarsi di un pareggio che, per differenza reti, avrebbe consentito di passare il turno. Agli errori clamorosi di Dunga nella lettura e nell’interpretazione della gara se ne somma poi anche un altro ancor più netto e decisivo commesso dall’arbitro uruguaiano Cunha alla mezzora del secondo tempo. Su un cross dalla destra il peruviano Ruidiaz ha infilato il pallone in porta con un tocco combinato di coscia e braccio: il direttore di gara convalida, poi annulla, quindi si prende una lunga pausa per valutare ed infine assegna al Perù il gol. Il Brasile disperato si è aggrappato all’ultimo quarto d’ora di gioco per evitare l’ennesima figuraccia ma il portiere Gallese è risultato ancora decisivo e ha regalato ai suoi uno storico passaggio del turno che porterà ai quarti di finale contro la Colombia.

Classifica Gruppo B: Perù 7; Ecuador 5; Brasile 4; Haiti 0.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *