Brivido finale ma la Virtus sbanca anche Recanati


Quinta vittoria consecutiva per la Virtus che sbanca anche Recanati per 83-87 con grandi prove di Spissu, Umeh e dell’ex Lawson

– di Marco Vigarani –

Umeh impegnato contro Recanati (ph. Virtus)

Umeh impegnato contro Recanati (ph. Virtus)

La stanchezza sicuramente inizia a farsi sentire, ma la sensazione netta è che questa Virtus abbia davvero preso gusto ad assaporare ogni domenica la dolce sensazione della vittoria. Ramagli e i suoi ragazzi sono arrivati a quota cinque successi consecutivi ieri sera a Recanati in una sfida più complicata del previsto e che ha messo in mostra doti significative: non solo il talento offensivo ma anche la concentrazione nel saper restare a contatto con l’avversario attendendo il momento giusto per sorpassare e, nel finale, non farsi sorprendere dall’ultima fiammata d’orgoglio. La gara è iniziata subito su buoni ritmi con l’ex di turno Lawson a battagliare con Bader e Reynolds aiutato da Spissu e Umeh: Recanati ha cercato almeno un paio di volte la fuga nella prima metà di gara ma è sempre stata abilmente rintuzzata. Il californiano in maglia bianconera in particolare è sembrato davvero in serata di grazia ma nel terzo periodo è servito lo sforzo di tutto il gruppo per trovare l’affondo decisivo. Michelori, Spissu e Spizzichini hanno scavato il solco in favore della Virtus (fino al +17) in un quarto in cui per diversi minuti coach Sacco ha trovato punti soltanto da Reynolds. Nell’ultimo periodo ecco però arrivare la fiammata dei padroni di casa trascinati da Loschi e da uno scatenato Maspero che è riuscito a portare la gara al punto a punto negli istanti conclusivi. Sono serviti un timeout fondamentale di Ramagli e tutta la freddezza di Umeh e Spissu dalla lunetta per chiudere con il sorriso una bella serata di basket che consegna alla Virtus la quinta vittoria consecutiva.

Grande realismo, come al solito, nelle parole del coach bianconero: “È stata una partita difficile come ci aspettavamo. Siamo un po’ in debito di energie e si è visto quando abbiamo annaspato e mostrato carenze difensive, ma mi porto a casa volentieri la vittoria che è un bel segnale. Conta sempre e solo il risultato finale a maggior ragione in un momento in cui ci stiamo giocando in condizioni complicate, senza Ndoja e con Michelori che ha un ginocchio come un melone“.

AMBALT RECANATI-VIRTUS SEGAFREDO 83-87
(18-21, 42-45, 56-68)
AMBALT RECANATI: Reynolds 17, Bader 19, Marini 6, Pierini 5, Loschi 14, Bolpin 5, Andrenacci ne, Sorrentino, Fossati ne, Maspero 15, Spizzichini 2, Renna ne. All. Sacco.
VIRTUS SEGAFREDO: Spissu 19, Umeh 20, Pajola 3, Spizzichini 9, Petrovic, Ndoja ne, Rosselli 4, Michelori 7, Oxilia 2, Penna, Lawson 23. All. Ramagli.
ARBITRI: Brindisi, Maffei, Dori.
NOTE: t2 R 19/34 V 25/45; t3 R 11/28 V 9/17; tl R 13/14 V 10/14: rimb R 31 (9 off) V 39 (16).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *