Bruno Peres imprendibile, Pirlo decisivo. Gomez in gol ma che fatica!


Top e Flop della 13^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

Bruno Peres, autore di un gol fantastico nel derby di Torino

Bruno Peres, autore di un gol fantastico nel derby di Torino

Bruno Peres (Torino): una discesa che rimarrà nella storia: parte dalla sua area e lascia sul posto in velocità tutti gli avversari che incontra nel tragitto che lo porta fino all’area di rigore bianconera, dove lascia partire un destro che fulmina Storari sul palo più lontano. Peccato per la rete di Pirlo al 93′ che rovina la festa ai granata e toglie un poco di valore alla bellissima rete del terzino;

Pirlo (Juventus): in una parola: decisivo. Chi pensava che con Allegri il fantasista bresciano potesse essere messo da parte si sbagliava di grosso. Andrea prende per mano la squadra nel momento più difficile della gara e come in pochi sanno fare trova la rete che decide il derby con un bellissimo tiro dalla distanza allo scadere del recupero;

Holebas (Roma): gol fantastico del terzino giallorosso che segna il momentaneo 2-1 per la Roma: prima supera in velocità Campagnaro poi si inventa un bellissimo dribbling per aggirare  Ranocchia per poi scoccare un bolide sotto l’incrocio della porta di Handanovic. La partita sarà poi decisa da Pjanic con una doppietta ma il gol del greco è sicuramente da incorniciare;

Barreto (Palermo): motore inesauribile del centrocampo rosanero, gioca una infinità di palloni e non si tira mai indietro nei contrasti. Regala a Dybala il gol del vantaggio con uno splendido tocco di prima a seguito di uno schema su calcio da fermo. Segna anche la rete del definitivo vantaggio sfruttando una ingenuità del portiere avversario. Nel recupero si fa espellere per doppia ammonizione, ma la sua prestazione resta comunque maiuscola.

 

FLOP

Mario Gomez si è finalmente sbloccato ma continua a sbagliare troppo sotto porta

Mario Gomez si è finalmente sbloccato ma continua a sbagliare troppo sotto porta

Gomez (Fiorentina): la squadra gioca per farlo sbloccare e alla fine Joaquin riesce a fargli segnare la 1^ rete stagionale, ma che fatica! Il centravanti tedesco è ancora impacciato e fuori condizione, Montella però  fa bene ad insistere perché il giocatore è troppo importante e deve essere recuperato il prima possibile. Certo è che prima di andare in gol fallisce clamorosamente alcune occasioni davvero facili, incespicando sul pallone e commettendo errori da dilettante;

Iacobucci (Parma): il giovane portiere degli emiliani la combina grossa lisciando l’intervento sul tiro-cross di Barreto direttamente da punizione, subendo così il gol che vale la sconfitta al Barbera per un Parma più combattivo del solito ma davvero sprecone sotto porta. Ultimo posto e piena crisi per la squadra di Donadoni;

Farias (Cagliari): dopo la doppietta contro il Napoli forse ci si aspettava troppo dal giovane attaccante brasiliano che sbaglia un gol clamoroso calciando addosso a Savic a porta praticamente sguarnita. Zeman in panchina sorride amaro visto che poteva essere il gol del pareggio e forse poteva indirizzare la gara verso un finale meno umiliante per i sardi;

Kone (Udinese): il greco ex Bologna non indovina un lancio in tutta la partita facendo andare su tutte le furie Totò Di Natale in più di una occasione. La mancanza di incisività della squadra di Stramaccioni è dovuta anche agli errori del greco che doveva essere fondamentale in fase di ripartenza.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *