Bundesliga: Dortmund a valanga, buio Schalke, l’Hertha 1° col Bayern


3^ giornata di Bundesliga: il Dortmund riscatta la sconfitta di Lipsia facendone 6 al Darmstadt, il Bayern trema ma vince, l’Hertha non si ferma più

– di Tiziano De Santis –

Davie Selke firma lo 0-4 del RB Lipsia sul campo dell'Amburgo (ph. Bundesliga.com)

Davie Selke firma lo 0-4 del RB Lipsia sul campo dell’Amburgo (ph. Bundesliga.com)

Il RheinEnergieStadion è il teatro di apertura della 3^ giornata di Bundesliga: nell’anticipo di venerdì, infatti, a darsi battaglia sono il Colonia di Peter Stöger e il Friburgo di Christian Streich. I padroni di casa, reduci da una vittoria e un pareggio e a quota 4 in classifica, stendono gli ospiti 3-0 grazie alla doppietta di Modeste e al gol di Bittencourt: la pratica viene sbrigata già al primo tempo, complice la difesa inguardabile del Friburgo.
E’ già sabato ed è l’ora di scendere in campo per la maggior parte delle restanti squadre. E allora ecco la favola Lipsia travolgere Bruno Labbadia e i suoi ragazzi in quel di Amburgo; i neo-promossi nella massima serie tedesca aprono il match al 66′, su rigore, con Forsberg e non si fermano più: la doppietta di Werner al 72’ e 77’ e il sigillo finale di Selke al 92’ permettono a Ralph Hasenhüttl di sfiorare il Bayern, distante soli 2 punti lassù, in alto classifica. Al Commerzbank Arenal, il Bayer Leverkusen di Roger Schmidt si schianta sul legno all’89’, quando Hernández, dal dischetto, non riesce a pareggiare la seconda marcatura del Francoforte targata Fabian, dopo quella di apertura di Meier e il momentaneo 1-1 del Chicharito: i padroni di casa riescono a conquistare i 3 punti raggiungendo il Dortmund a quota 6 punti. Dortmund che, in contemporanea, straripa in un secco 6-0 trascinando con sè i detriti del povero Darmstadt; al Westfalenstadion non c’è storia e i giallo-neri di Thomas Tuchel, reduci dalla sconfitta a Lipsia nell’ultimo turno giocato, sfoderano il meglio del repertorio grazie alla doppietta di Castro (7′ e 78′) e ai gol, nella ripresa, di Ramos, PulisicRode e Mor.

L'Hertha Berlino esulta per il 2-0 segnato ai danni dello Schalke (ph. Bundesliga.com)

L’Hertha Berlino esulta per il 2-0 segnato ai danni dello Schalke (ph. Bundesliga.com)

Se Hoffenheim e Wolfsburg si annullano in un incontro senza reti, Carlo Ancelotti raggiunge Rehhagel vincendo le prime 6 partite di fila sulla panchina del Bayern Monaco: i pluricampioni di Germania soffrono e passano in svantaggio all’8′, quando Lezcano, servito da Leckie, trova un buco nella difesa bavarese e trafigge Neuer e i suoi 602′ senza subire reti per il vantaggio dell’Ingolstadt di Markus Kauczinski all’Allianz Arena; la reazione dei padroni di casa, però, è immediata e Lewandowski, al 12′, fa esultare i propri tifosi con un gran pallonetto per l’1-1 momentaneo; al 38′, tuttavia, Leckie mette in difficoltà la difesa del Bayern, ma pecca in egoismo optando per il tiro dal limite dell’area piuttosto che per il passaggio al liberissimo Hartmann; nella ripresa, Xabi Alonso al 50′ e Rafinha all’84’ mettono il punto esclamativo sulla terza vittoria di fila, in campionato, del Bayern, a punteggio pieno e primo in classifica. Il sabato di Bundesliga tramonta con il successo del Borussia Monchengladbach: la squadra di André Schubert supera, in casa, 4-1 il Werder Brema di Skrypnyk; le doppiette di Hazard e Raffael tagliano le gambe agli ospiti, che terminano con un uomo in meno e con un solo all’attivo, quello inutile di Gnabry.
Le ultime due gare della domenica raccontano, infine, della prima vittoria esterna del Mainz sul campo dell’Augsburg, grazie a Cordoba, Malli e Muto che vanificano il pareggio di Stafylidis, e del terzo successo di fila dell’Hertha Berlino di Pál Dárdai, primo in classifica a braccetto col Bayern. Weiser, al 64′, apre le marcature con un gran destro sotto la traversa dopo un brutto errore di Stambouli, e Stocker, al 74′, chiude il match insaccando il 2-0 dopo un bel lancio dello stesso Weiser: lo Schalke deve arrendersi e sprofonda nella serie di 3 sconfitte consecutive.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *