Bundesliga scatenata: già spesi 290 milioni


A calciomercato teoricamente ancora chiuso, le squadre di Bundesliga hanno già speso oltre 290 milioni di euro. Bayern scatenato con Hummels e Sanches

– di Marco Vigarani –

Mats Hummels

Mats Hummels è passato dal Borussia Dortmund al Bayern Monaco per 38 milioni di euro

Nell’estate degli Europei, classica vetrina di nuovi talenti e stuzzicanti occasioni, c’è anche chi non attende neanche l’inizio ufficiale del calciomercato per iniziare a spendere. Pur essendo solo a fine giugno infatti un campionato europeo spicca su tutti gli altri per la capacità di spesa: la Bundesliga tedesca che finora ha già bruciato oltre 290 milioni di euro per rilevare i cartellini di nuovi talenti. Ovviamente la squadra più munifica risulta essere il Bayern Monaco campione che si è già aggiudicato due tasselli importantissimi come il difensore Mats Hummels per il presente (38 milioni versati al Borussia Dortmund) ed il giovanissimo centrocampista Renato Sanches (35 milioni al Benfica più ricchi bonus) per il futuro. Anche il Leverkusen ha già operato bene inserendo in organico l’ala Kevin Volland pagandola 20 milioni all’Hoffenheim mentre invece il Borussia Dormund ha deciso di reinvestire praticamente tutto il ricavato dalla vendita di Hummels: ecco che sono arrivati quindi l’esterno offensivo Ousmane Dembelè, proveniente dal Rennes e pagato 15 milioni, il centrocampista Sebastian Rode per 14 milioni dal Bayern ed il terzino Raphael Guerrero dal Lorient al costo di 12 milioni. Curiosamente entra tra le squadre che hanno speso di più anche una neopromossa come il Leipzig, capcae già di spendere 15 milioni per assicurarsi il mediano Naby Keita dal Salisburgo più altri 10 milioni per ottenere dal Leicester il cartellino della punta Andrej Kramaric.

Nonostante questo totale dominio delle compagini tedesche, forti di una capacità di spesa fuori dal comune, l’affare per ora più costoso dell’estate 2016 è stato però messo a segno dall’Arsenal che ha speso 45 milioni di euro per assicurarsi lo svizzero Granit Xhaka proveniente dal Borussia M’Gladbach mentre invece lo United ha deciso di investire ben 38 milioni sul difensore Eric Bailly del Villarreal ed i cugini del City si sono assicurati Ilkay Gundogan pagando 27 milioni al Borussia Dortmund. Tra gli affari più costosi conclusi in Europa compare poi anche la Juventus con i 32 milioni di euro versati alla Roma come clausola rescissoria per ottenere le prestazioni di Miralem Pjanic. Operazione pesante anche quella che ha portato l’ala argentina Nico Gaitan dal Benfica all’Atletico Madrid per 25 milioni. Guardando al totale delle spese sostenute dagli interi campionati arriva però una sorpresa: alle spalle della Bundesliga troviamo la nostra Serie A che ha già speso 186 milioni distanziando anche la ben più ricca Premier League ferma attualmente a quota 143. Lontanta la Liga spagnola con 95, quasi immobile la Ligue 1 francese che ha mosso appena 12 milioni.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *