Cacia è sicuro: “Andiamo a Latina senza paura”


Intervenuto in Piazza Maggiore a MortadellaBò, Daniele Cacia ha parlato della gara contro il Latina e confermato la sua grande fiducia nella squadra nonostante le assenze

– di Marco Vigarani –

Daniele Cacia partecipa a "MortadellaBò"

Daniele Cacia partecipa a “MortadellaBò”

Questo pomeriggio l’attaccante rossoblù Daniele Cacia è invervenuto in Piazza Maggiore all’iniziativa “MortadellaBò” presso lo stand del salumificio Villani prendendo così ancora più contatto con la realtà quotidiana della città di Bologna e con i tanti tifosi che si sono presentati all’appuntamento. Prima di concedersi alle foto ed estrarre alcuni biglietti omaggio per la gara contro il Varese, la punta si è anche intrattenuta con i media per parlare della gara contro il Latina di domenica prossima dicendo: “Questa è stata una settimana particolare quindi tra infortuni e squalifiche saremo rimaneggiati, ma la forza di questo gruppo deve anche essere quella di saper andare avanti nonostante le assenze: a Latina scenderemo in campo per dimostrarlo. Loro hanno appena cambiato allenatore e questo fatto in genere ha subito un impatto positivo sulla squadra quindi dovremo stare ancora più attenti, a maggior ragione ricordando che il Latina ha allestito una squadra con ottimi giocatori puntando alla vittoria del campionato“. Cacia però specifica subito quelle che sono le sue aspettative per la trasferta laziale: “Sia chiaro però che non temiamo niente. La forza di una grande squadra è proprio nel rispettare tutti ma non avere mai paura di nessuno. Il Latina è una squadra importante che ha raccolto meno rispetto alle aspettative ma io vado là insieme ai miei compagni convinto di poter vincere. Se non ci riusciremo sarà importante non perdere quindi vedremo“.

In campo insieme a lui ci saranno tanti compagni giovani a sostituire i titolari, ma l’attaccante rossoblù crede in loro: “Devono crescere in fretta – dice – ma sapevano che questo era il loro ruolo e che quando sarebbe stato il loro momento avrebbero dovuto farsi trovare pronti. Ora per qualcuno è arrivato il momento e quindi sono sicuro che sapranno dire la loro“. Dopo qualche giorno di allenamento differenziato e qualche giornata a secco di gol, Cacia parla poi del suo momento a livello personale dichiarando: “Personalmente sto bene, ho avuto solo un affaticamento ma è tutto superato. Dal mio avvio di stagione non mi aspettavo nè di più nè di meno, un attaccante vuole sempre fare gol e sarei contento se ne avessi segnati già dieci ma la cosa importante è che la squadra faccia punti. Non soffro la convivenza con altre punte anche perchè un giocatore che vuole essere importante per la sua squadra deve sapersi adattare a tante variabili tattiche“. Ancora una volta viene glissato l’argomento relativo all’avvicendamento societario: “Non ci interessano i discorsi sulla società – dichiara – noi aspettiamo domenica la partita con il Latina e mercoledì sarà una giornata come le altre in cui penseremo solo ad allenarci“. Infine la punta chiude con uno sguardo sul campionato affermando: “Non mi sorprende che le grandi facciano fatica perchè conosco la Serie B e sono consapevole del fatto che l’inizio è difficile. Penso però ancora ad esempio che il Catania vincerà il campionato da prima in classifica“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *