Cagliari, bentornAto in serie A!


Dopo un solo anno di purgatorio, il Cagliari di mister Rastelli centra la promozione grazie al tris inflitto al Bari: la A si tinge ancora di rossoblù

– di Luigi Polce –

La festa dei giocatori del Cagliari dopo il tris al Bari (ph. sannioportale)

La festa dei giocatori del Cagliari dopo il tris al Bari (ph. sannioportale)

La serie A si tinge sempre più di rossoblù: dopo il Crotone, anche il Cagliari ottiene un posto al sole a due giornate dalla conclusione della regular season. Non che la promozione fosse stata mai in discussione, certo è però che la squadra allestita in estate dal patron Giulini aveva tutte le credenziali per dominare (e stravincere) il campionato, non avendo fatto i conti con la sorpresa Crotone e con un calo nella parte finale della stagione che comunque non ha mai minato le certezze dei ragazzi di Rastelli. Il netto 3-0 sul Bari dà il via alla festa per gli isolani, che tornano in A dopo un solo anno di purgatorio. Il Crotone, sempre primo a +2, pareggia in casa contro il Latina con la mente ormai scarica dopo i lunghi festeggiamenti.

Se per i primi due posti è tutto deciso, ci sarà ancora da battagliare per quanto riguarda la griglia play-off: a 180′ dalla fine dei giochi, solo Pescara e Trapani sono certe di un posto tra le prime otto: i biancazzurri di Oddo sono ora soli al terzo posto in seguito al largo successo nel derby tutto abruzzese contro la Virtus Lanciano, che al contempo vede complicarsi i propri piani salvezza; i siciliani invece, dopo 8 successi consecutivi, incappano nel secondo pari di fila (1-1 con la Pro Vercelli). Per gli altri tre posti sarà bagarre fino alla fine: Bari e Spezia (ok 2-1 col Brescia) sono appaiate a 65 punti, Novara (2-0 sull’Ascoli) e Cesena (1-1 a Terni) staccate di tre ad occupare le ultime due posizioni utili, insidiate dall’Entella sconfitto in rimonta a Vicenza (2-1).

Anche nei bassifondi la situazione è molto caotica: tranne per il Como (1-1 ad Avellino), già in Lega Pro, le altre sono ancora tutte potenzialmente in corsa: il Livorno, penultimo a 38 punti, ha ancora un briciolo di speranza dopo l’1-1 col Perugia, anche se la zona play-out dista 4 punti (ne restano 6 a disposizione). Situazione ai limiti del drammatico anche per il Lanciano a 39, a quota 42 ci sono invece Latina, Salernitana e Modena (0-0 tra le ultime due nel delicatissimo scontro diretto): ad oggi il Modena sarebbe salvo, mentre Latina e Salernitana andrebbero agli spareggi.

Risultati: Bari-Cagliari 0-3; Avellino-Como 1-1; Crotone-Latina 1-1; Livorno-Perugia 1-1; Novara-Ascoli 2-0; Pro Vercelli-Trapani 1-1; Salernitana-Modena 0-0; Ternana-Cesena 1-1; Vicenza-Entella 2-1; Pescara-Virtus Lanciano 4-0; Spezia-Brescia 2-1

Classifica: Crotone 79; Cagliari 77; Pescara 68; Trapani 67; Bari, Spezia 65; Novara (-2), Cesena 62; Entella 61; Perugia, Brescia 54; Avellino, Ternana 49; Vicenza 48; Ascoli 46; Pro Vercelli 43; Modena, Salernitana, Latina 42; Virtus Lanciano (-7) 39; Livorno 38; Como 30

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *