Calciomercato di gennaio, ecco i primi affari in serie A


Fra un mese esatto si apre la sessione invernale del calciomercato. Indiscrezioni e voci di possibili trasferimenti iniziano a circolare sin da ora

– di Massimo Righi –

Gabbiadini, ex rossoblù, obiettivo del Napoli (ph- Zimbio)

Gabbiadini, ex rossoblù, obiettivo del Napoli (ph- Zimbio)

Il calciomercato incombe. Fra un mese esatto, il 5 gennaio 2015, la sessione invernale aprirà i battenti alla campagna trasferimenti dei calciatori. Le squadre di una serie A dominata da Juventus  e Roma, dovranno rafforzarsi secondo i propri obiettivi, qualsiasi essi siano. Il mercato non dorme mai e anche se nei mesi in cui non ci sono trattative alla luce del sole, dietro le quinte si vagliano giocatori e si ragiona su eventuali futuri affari. Vediamo a un mese dal via, quali sono le voci di corridoio e gli affari più chiacchierati della serie A.

Juve e Roma – La Juventus vorrebbe rinforzare il pacchetto arretrato e vigila con attenzione sui progressi di Rugani dell’Empoli. Il giovane centrale classe ’94 in comproprietà coi toscani, potrebbe arrivare a Torino sin da gennaio. Le altre piste conducono a Kjaer (ex Palermo) e Savic della Fiorentina. In uscita, i bianconeri potrebbero cedere la loro metà di Gabbiadini al Napoli per circa 7 milioni, mentre devono guardarsi dalle avances del Boca per Carlitos Tevez, anche se i costi sono proibitivi per gli xeneizes. Dallo stesso club argentino sta per arrivare il giovane talento Thomas Pochettino, che oggi stesso potrebbe firmare il contratto con il club degli Agnelli. La Roma monitora la situazione portieri. Se da un lato De Sanctis ha rinnovato, dall’altro i giallorossi continuano a seguire con attenzione sia il numero uno della Fiorentina, il brasiliano Neto, sia il portiere del Chelsea, Petr Cech nonostante le smentite dell’agente del calciatore ceco. In uscita, il Manchester è tornato alla carica per Strootman ed è disposto a mettere sul piatto Mata.

Brozovic, obiettivo del Milan (ph. serieanews.com)

Brozovic, obiettivo del Milan (ph. serieanews.com)

Le milanesi – Il Milan fresco del nuovo accordo di sponsorizzazione con Emirates, avrà denaro per puntare a rafforzare l’organico. Per la difesa piace Nastasic, ex Fiorentina ora al Manchester City, e si segue con attenzione anche l’esterno Lazaar del Palermo. A centrocampo piacciono il gioiello croato Brozovic della Dinamo Zagabria, l’argentino Vangioni del River Plate e l’atalantino Baselli. Per l’attacco, si è valutato il ritorno di Matri, ma il Genoa non pare dell’idea di privarsi di lui. In uscita Pazzini (Samp o Inghilterra) e Armero che poco ha convinto Inzaghi. L’Inter del neo tecnico Mancini, cerca invece un esterno d’attacco. Per questo si segue Joel Campbell dell’Arsenal dopo i compiacimenti estivi, oltre alle altre piste che portano a Lamela del Tottenham che cerca continuità, Cerci che all’Atletico fatica a trovare spazio e infine Lavezzi, che a Parigi non è da tempo fra gli imprescindibili ma che ha costi molto elevati.

Le altre – Detto dell’affare che il Napoli sta imbastendo per Gabbiadini, Benitez vuole anche il terzino Darmian dal Torino, mentre per Perisic il discorso pare al momento impraticabile, così come per Balotelli, sebbene ai ferri corti col Liverpool. In casa Samp, Ferrero sta lavorando per riportare Cassano in blucerchiato, ma il barese si dovrà dimezzare lo stipendio. L’idea del vulcanico presidente della Samp, è di riportare anche Pazzini sotto la Lanterna per riformare la coppia che fece sognare i tifosi. In partenza c’è Bergessio, richiesto da Parma ed Atalanta. Il Torino cerca rinforzi in attacco e i nomi che Petrachi sta seguendo sono quelli di Zapata del Napoli, già cercato in estate, l’argentino Ferreyra dello Shakhtar e Giovinco della Juve che però piace anche in Germania. Mercato solo in uscita per la Lazio, che deve fare i conti con i mal di pancia del poco utilizzato Klose e sulle riflessioni sul proprio futuro da parte di Ledesma. Infine, in casa Fiorentina, la suggestione Pato ha un certo fascino. Il brasiliano potrebbe fare capolino in Toscana per Natale e fermarsi a fare due chiacchiere con Pradè per un eventuale ingaggio.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *