Callejon illude, Dybala-Higuain-Valeri firmano la vittoria della Juventus: allo Stadium finisce 3-1 per i bianconeri


Il riassunto della semifinale di andata di Coppa Italia tra Juventus e Napoli. I bianconeri si impongono 3-1 grazie Higuain e Dybala, ma Valeri….

– di Tiziano De Santis –

Dybala firma il pari su rigore in Juventus-Napoli 3-1 di Coppa Italia (ph. Ansa.it)

Pronti, via! La Coppa Italia si fa bella e sceglie forse il miglior stadio per rendere protagoniste della prima semifinale di andata due delle squadre migliori del campionato di Serie A: la Juventus di Massimiliano Allegri e il Napoli di Maurizio Sarri. Allo Stadium il match, nonostante i presupposti, si rivela bloccato, specie nella prima frazione di gara, quando il tecnico bianconero rispolvera la difesa a tre di timbro Contiano contro un team compatto e piuttosto rinunciatario come quello che va in scena da antagonista ai padroni di casa allo Stadium. Eppure i partenopei riescono a scardinare ogni equilibrio al 36′, quando Callejon tutto solo sul secondo palo proprio non può sbagliare nello sfruttare il classico assist da una parte all’altra di Insigne e insaccare lo 0-1 che fa tremare il popolo zebrato. Allegri, nella ripresa, decide quindi di tornare alla Juve a cinque stelle, disponendo i suoi con l’offensivo 4-2-3-1 e i risultati si vedono, nonostante l’ombra di un grosso aiuto arbitrale. Dopo appena due giri d’orologio dall’inizio del secondo tempo, Dybala conquista un prezioso rigore ringraziando Koulibaly, il quale sembra in ritardo nell’intervento che stende il funambolo argentino: dal dischetto la Joya si dimostra fredda e cinica nello spiazzare Reina e firmare il pari. Sull’onda dell’entusiasmo ritrovato e del nuovo-vecchio modulo, la Juventus passa in vantaggio al 64′ grazie a un chirurgico destro di Higuain, che sul pasticcio difensivo combinato da Reina e Koulibaly, si ritrova tra i piedi, sul secondo palo, una sfera troppo bollente per non essere spinta in rete. Se poco dopo è Albiol a recriminare per un fallo nell’area di rigore bianconera sugli sviluppi di un corner, dall’altra parte Valeri decreta, al 69′, un penalty piuttosto generoso in favore dei campioni d’Italia in carica: Cuadrado, subentrato a Lichtsteiner a inizio ripresa, solo davanti all’estremo difensore avversario, cerca di superarlo spostando la palla sul lato destro. Reina è bravo a intervenire sulla sfera ma sullo slancio non può non colpire il colombiano che cade a terra per il fischio del direttore di gara. Il Napoli è una furia ma Valeri non ha dubbi e Dybala sigla il decisivo 3-1 dagli undici metri. Lo Stadium diventa, in tal modo, la cassaforte della 44^ vittoria di fila, ma il Napoli ha dimostrato di esserci alla grande e di poter far male alla Juventus dei record, in attesa di una semifinale di ritorno tutta da vivere al San Paolo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *