Carraretto super e la Fortitudo sbanca Trieste


La Fortitudo vince a Trieste e scaccia la crisi dopo due sconfitte. Carraretto bagna l’esordio con 19 punti in una partita vinta senza storia

– di Massimo Righi –

Marco Carraretto, nuovo acquisto della Fortitudo (ph tuttosport.com)

Marco Carraretto, nuovo acquisto della Fortitudo (ph tuttosport.com)

Ritorna a vincere la Fortitudo che sbanca il campo della Jadran Trieste, anche grazie al contributo del neo arrivato Marco Carraretto. Bologna porta a casa il risultato con un filo di gas contro una squadra che più di quel tanto non produce, permettendo agli uomini di Vandoni di scappare via in fretta. Carraretto ha senza dubbio dato qualcosa in più alla Effe, che ha potuto contare sulla sua ottima prestazione coronata da 19 punti e che fa ben sperare per il futuro, anche se la portata di Trieste era senza dubbio al di sotto della media della serie.

Senza Sorrentino dichiaratamente sul mercato, Vandoni inizia la gara vedendo i suoi poco concentrati a commettere alcune leggerezze che in altre occasioni costerebbero care, quindi corre subito ai ripari mettendo in campo il neo arrivato Carraretto, che mentre inizia a prendere confidenza con il parquet assiste alla buona vena di Samoggia, che infila triple preziose. Dopo il primo quarto, Bologna conduce 11-14. La Fortitudo prende il largo e piazza un parziale di 15-0 con Carraretto a dirigere le operazioni che portano gli ospiti in fuga già a metà del secondo quarto. Trieste tenta di stare a galla con una mini rimonta ma chiude comunque sotto di 9 punti all’intervallo, quando il punteggio si ferma sul 24-33 per Bologna.

Nella ripresa la Fortitudo gestisce la partita senza forzare la mano, spegnendo con facilità gli attacchi dei giuliani, un po’ troppo frettolosi e frenetici. In attacco, con Trieste che non ne azzecca una, Bologna può pure permettersi qualche errore senza compromettere una fuga piuttosto rapida e che non trova ostacoli. Il quarto si chiude sul 35-51. Nell’ultimo mini tempo Bologna continua a gestire, giocando in maniera estremamente serena visto che l’avversario non riesce a pungere. Mentre il cronometro scorre portandosi inesorabilmente dietro le ultime speranze di rimonta della Jadran, Carraretto ingrossa il bottino e diventa agilmente il top scorer del match.

Le parole di coach Vandoni: “La Jadran aveva creato problemi a Udine, siamo arrivati consapevoli che in campo non davano molti riferimenti. In difesa abbiamo fatto le cose migliori, un po’ come fu con Lugo, quando grazie alle cose fatte bene dietro, avevamo sfruttato il contropiede. Venivamo da un settimana complessa, ma i ragazzi si sono comportati bene. Credo che la società abbia dimostrato voglia di girare pagina, dandomi un giocatore come Carraretto, rivelatosi elemento determinante anche se è qui da poco: è un giocatore capace e sempre in grado di trovare ottime soluzioni”.

Jadran Trieste 52: M. Batich 9, Ban 9, Ridolfi 2, De Petris 8, Franco 5, Malalan 4, Diviach 11, Daneu ne, Zobec ne, D. Batich 4. All. Vatovec

Fortitudo Eternedile 69: Candi, Valentini ne, Lamma 9, Grilli 9, Iannilli 11, Samoggia 10, Montano 6, Mancin ne, Raucci 5, Carraretto 19. All. Vandoni

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *