Caso Destro: è il calciatore più ammonito in Serie A


Il Bologna deve affrontare il caso di Mattia Destro, il giocatore più ammonito della Serie A con 8 cartellini gialli. Tutti gli altri centravanti sono fermi a cifre nettamente inferiori

– di Luca Nigro –

Continua il momento 'no' di Mattia Destro: ieri in amichevole un gol e tanti errori (ph. Zimbio)

Otto cartellini gialli rendono Destro il calciatore più ammonito della Serie A (ph. Zimbio)

Un giorno non troppo lontano Mattia Destro magari riuscirà ad arrivare in cima alla classifica cannonieri di A. Se lo augura lui, ma soprattutto se lo augurano i tifosi del Bologna. Oggi però l’attaccante marchigiano comanda un’altra classifica, quella dei giocatori più ammoniti. Alla fine del girone d’andata, sono già 8 i cartellini collezionati da Destro. Una media altissima visto che si tratta di un attaccante. Il numero 10 rossoblu viaggia alla velocità di un cartellino giallo ogni due partite. Troppo. Appaiati a lui in questa particolare classifica, troviamo Iturra, Fernando e Dionisi, due su tre centrocampisti. In questo caso si rientra nella normalità. Un confronto però va fatto con gli altri attaccanti. Dopo Destro il più ammonito è Massimo Maccarone con 3 cartellini. Segue Eder a 2 mentre Higuain, Kalinic, Dybala, Bacca e Paloschi sono fermi ad uno. Chiude Icardi che in tutto il girone d’andata non ha ricevuto nessuna sanzione. Da questi dati si evince come sia considerevole il divario tra Destro e i suoi colleghi. Un attaccante ha il compito primario di siglare dei gol e non prendere dei cartellini. Questo è un aspetto che va sicuramente migliorato e sul quale il ragazzo di Ascoli Piceno deve lavorare tanto. Considerando il complicato avvio di stagione suo e della squadra, cinque reti in prospettiva sono un buon bottino. Sarebbe però opportuno arrivare in doppia cifra di gol fatti e non di cartellini accumulati.

Folle gioia per Mattia Destro che ha attirato tante critiche dai tifosi giallorossi (ph. Ansa)

Esultanza da ammonizione per il rigore trasformato contro la Roma (ph. Ansa)

Il primo arriva alla seconda giornata contro il Sassuolo. Destro viene ammonito per un fallo di reazione. Il secondo alla quarta contro il Frosinone per un fallo da dietro. Poi alla sesta, sempre al Dall’Ara ma stavolta con l’Udinese. Sanzionato per una trattenuta. La giornata successiva Destro prende il primo cartellino esterno (per proteste) a Torino contro la Juventus. Per cinque partite fa il “bravo”. Poi alla tredicesima contro la Roma viene ammonito dopo il gol realizzato su rigore che permette al Bologna di pareggiare. L’esultanza senza maglia gli costa la squalifica per la giornata successiva all’Olimpico di Torino dove il Bologna perderà dai granata senza riuscire mai a tirare in porta. Al rientro contro il Napoli, Destro realizza due gol importantissimi ma per non farsi mancare nulla, rimedia l’ennesimo cartellino per un fallo tattico. Gli ultimi due sono consecutivi e rimediati nel giro di appena tre giorni. Il primo a San Siro per una trattenuta. Il secondo nel finale di gara contro il Chievo per un altro fallo tattico. Con l’avvio del girone di ritorno, si spera che questo trend cambi e che la collezione di cartellini finisca. Molto probabilmente questo aspetto fa parte di un percorso di maturazione non ancora completato. In prospettiva il ventiquattrenne attaccante rossoblu è uno dei migliori sulla piazza. Ha grandi doti tecniche e tanti margini di miglioramento. Quando i gol fatti supereranno i cartellini presi, ecco che allora il cammino verso la maturità definitiva sarà completato.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *