Castelrotto 2017, giorno 11 – Partita vera e vittoria 3-0 sul SudTirol


Vittoria netta per 3-0 del Bologna contro il SudTirol con reti di Masina, Di Francesco e Falco. Assenti Mirante e Destro

– di Marco Vigarani –

Il gol di Masina che ha portato in vantaggio il Bologna (ph. Bologna)

Terzo test del ritiro di Castelrotto per il Bologna davanti ad una ricchissima cornice di pubblico rossoblù al centro Laranz che però rimane delusa alla lettura delle formazioni in campo. Nella lista di Donadoni infatti mancano sia Mirante che Destro, reduci da piccoli fastidi rispettivamente all’anca e ad un piede a causa di una fasciatura. Il loro posto viene preso così da Da Costa e Petkovic mentre la diga centrale del 4-2-3-1 felsineo viene composta da Taider e Nagy mentre il trio di fantasisti vede schierati Verdi, Falletti e Di Francesco. Come accaduto ai primindue sparring partners, anche il SudTirol va subito sotto nel punteggio con l’incornata vincente di Masina su azione di corner al 7’ rischiando anche il secondo colpo prima con un bel tiro di Nagy e poi su un’azione insistita di Di Francesco che non trova particolarmente reattivo Petkovic sulla ribattuta. Il Bologna cerca spesso l’azione avvolgente mentre invece gli avversari si chiudono con ordine posizionandosi quasi sempre con l’intero undici dietro la linea della palla esponendo però il fianco alle combinazioni all’asse Verdi-Di Francesco. Punteggio bloccato per quasi tutto il resto della frazione pur senza sostanziali pericoli per la porta bolognese e magari con qualche contrasto più duro del solito per le consuetudini di un’amichevole estiva ma prima dell’intervallo arriva il raddoppio in contropiede con Di Francesco bravo a credere in un lancio dell’amico Verdi e poi a battere a rete accentrandosi.

La ripresa si apre con soli tre cambi nel Bologna con Santurro per Da Costa, Mounier al posto di Masina nell’insolito ruolo di terzino sinistro e Falco in vece di Di Francesco ma senza grandi emozioni. Alla mezz’ora del secondo tempo ricca girandola di cambi per mister Donadoni che sostituisce gli altri otto undicesimi proponendo nuovamente Poli nel ruolo di trequartista ed il giovane Okwonkwo nella posizione di centravanti ricoperta l’anno scorso in Primavera. Immediatamente arriva anche il tris rossoblù con un mancino velenoso di Falco, giocatore dato in uscita ma protagonista di un bel ritiro precampionato tanto da generare il pubblico elogio di Verdi. Si tratta però di una delle poche emozioni della ripresa che vede un Bologna comandare senza rischi ma costruire anche poche azioni corali a differenza di quanto accaduto nei primi 45’. Finisce così 3-0 la sfida ad un SudTirol che ha mostrato lampi di vero professionismo dimostrandosi, come previsto, avversario credibile per un Bologna che domani completerà il poker dei test sfidando il Trento.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *