Castelrotto 2017, giorno 12 – Trento battuto 5-0, Donadoni traccia il bilancio del ritiro


Vittoria per 5-0 del Bologna sul Trento con un primo tempo frizzante ed una ripresa noiosa. Donadoni commenta il lavoro svolto a Castelrotto

– di Marco Vigarani –

Donadoni commenta il ritiro svolto a Castelrotto (ph. Zimbio)

Nuove prove di 4-2-3-1 al campo Laranz di Castelrotto che arriva oggi ad ospitare l’ultima amichevole del ritiro altoatesino. Donadoni utilizza un mix tra gli atleti impiegati ieri nei due tempi ma purtroppo sempre senza poter contare su Mirante e Destro ed affidando quindi nuovamente a Petkovic il peso dell’attacco con il terzetto Verdi-Poli-Krejci alle spalle. Anche in questa occasione il vantaggio arriva quasi immediatamente con un regalo del Trento che consente a Krejci di superare senza problemi il portiere avversario con un tocco di esterno bissato dopo una decina di minuti da una punizione pennellata da Verdi per il raddoppio. Neanche il tempo di applaudire che Pulgar si insinua di potenza nella difesa avversaria per il meritato 3-0 dal cuore dell’area mentre invece Petkovic continua a litigare con il gol perdendo davvero troppe buone occasioni almeno fino alla sassata del croato che al 38’ cala il poker per la gioia dei tifosi sugli spalti. Con il risultato ormai in ghiaccio, Donadoni attua una robusta girandola di cambi senza lesinare esperimenti più o meno coraggiosi come Brignani e Mounier esterni o Valencia trequartista centrale alle spalle del nuovo centravanti Okwonkwo. Il primo sussulto arriva dopo una decina di minuti con un bel lancio di Falco sprecato da una conclusione titubante di Krejci. Il tecnico felsineo quindi cambia ancora numerosi elementi provando addirittura a tratti Taider come fantasista centrale ma l’antifona non cambia ed il Bologna sembra spegnersi con ampio anticipo esponendo addirittura il fianco a qualche ripartenza del Trento. Improvvisamente ecco il quinto gol rossoblù firmato dal velenosissimo mancino di Falco con un vero colpo da biliardo: ancora un segnale importante da parte di questo ragazzo che sta provando a scalare le gerarchie dello spogliatoio. Ottimi segnali di personalità e grinta anche dal baby Brignani. La gara si conclude così sul 5-0 ancora una volta con una prestazione double face: bel gioco e ritmo nel primo tempo, sostanziale noia nella ripresa.

Ecco il commento rilasciato al termine da mister Donadoni: “Qui a Castelrotto abbiamo portato avanti bene il nostro programma, non abbiamo avuto grandi problemi e in queste partite ho visto cose interessanti ma anche altre da rivedere. Il rafting di domani è un’occasione per divertirsi e stare insieme: fa parte delle strategie utili per fare gruppo visto che abbiamo alcuni ragazzi nuovi che si stanno integrando bene nel gruppo. Mercato? Si ragiona sempre tutti insieme poi sulla fattibilità delle operazioni c’è sempre un punto interrogativo anche se sappiamo quali tasselli mancano. Avevo chiesto di vedere facce sorridenti anche dai ragazzi che sono tornati dai prestiti, faremo le nostre scelte quando sarà il momento ma l’importante è che tutti si sentano dentro al progetto. Destro tornerà in gruppo la prossima settimana mentre per Mirante e Di Francesco ci sono stati solo piccoli fastidi. Conosco il valore di Falco ed il fatto di essere un brevilineo lo aiuta ad essere più avanti rispetto ad altri“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *