Castelrotto 2017, giorno 9 – Seduta atletica in quota poi pomeriggio libero


Intensa seduta atletica ai quasi 2000 metri dell’Alpe di Siusi per il Bologna seguita da pranzo in malga e pomeriggio libero

– di Marco Vigarani – 

Fatica in quota oggi per il Bologna

Dopo essersi concentrati ieri sugli aspetti tattici con una doppia seduta a ranghi separati, oggi i rossoblù sono tornati a lavorare esclusivamente sul piano atletico con un’unica impegnativa seduta di allenamento. Come già accaduto l’anno scorso infatti è arrivato il momento della temuta giornata in quota ai quasi 2000 metri dell’Alpe di Siusi che ha messo a dura prova la squadra felsinea. Con l’eccezione di Krafth che è tornato a Casteldebole ma anche di un piccolo gruppo composto da Okwonkwo, Valencia, Donsah e dai portieri tutto il Bologna è stato impegnato in una serie intensa di ripetute con brevi tempi di recupero differenziati secondo il ruolo in campo e le caratteristiche fisiche dei singoli. Questi i gruppi: Mounier-Masina-Mbaye; Falletti-Falco-Di Francesco-Krejci-Verdi; Poli-Pulgar-Nagy-Crisetig-Taider; Gastaldello-De Maio-Helander; Maietta-Torosidis-Destro-Brignani-Petkovic. Tempi di recupero tendenzialmente più brevi per i centrocampisti che devono sostenere durante la stagione sforzi continui e prolungati mentre invece attaccanti e difensori hanno potuto riposare tra una ripetuta e l’altra fino ad un massimo di 90″. Lo speciale allenamento si è concluso in circa un’ora ed in seguito la squadra ha comunque camminato per altri 20 minuti per raggiungere la malga Senon dove si è svolto il meritato pranzo a base di specialità locali compreso (almeno per lo staff tecnico reduce da una lunga gita in bicicletta) il kaiserschmarren, sostanzioso quanto delizioso dolce locale a base di uova ed accompagnato da salsa di mele e marmellata di frutti di bosco. Un momento per riposarsi e fare gruppo insieme anche a tutto lo staff tecnico e ai compagni esonerati alla seduta che si sono uniti alla tavolata. Deposte le forchette, c’è stato il tempo per qualche foto ed una partita a carte prima di tornare verso Castelrotto per godere di un pomeriggio di totale libertà.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *