Castelrotto Day 3: pioggia sull’addio a Giaccherini


Pioggia dominante su Castelrotto per un Bologna che oggi ha visto Giaccherini accordarsi con il Napoli. Binotto e Lanna presenti agli allenamenti 

– di Marco Vigarani – 

Allenamento odierno a Castelrotto con Donadoni in campo

Allenamento odierno a Castelrotto con Donadoni in campo

Giornata di pioggia a Castelrotto per il terzo giorno di ritiro del Bologna che da oggi ha integrato appieno in gruppo i due giovani Calabrese e Silvestro fatti arrivare per completare il gruppo in vista delle due amichevoli in programma per venerdì e sabato quando si spera che la situazione meteo possa migliorare. Il diluvio ha iniziato ad abbattersi sul campo sportivo di Laranz a pochi minuti dall’inizio della sessione mattutina di allenamento e di fatto non ha mai concesso una tregua a Donadoni e i suoi ragazzi. Presenze di ex rossoblù a bordo campo visto che hanno raggiunto il Trentino sia l’ex difensore Salvatore Lanna che l’ex esterno Jonathan Binotto, curiosi di osservare i metodi di allenamento dello staff rossoblù che, in occasione di questo ritiro, si è rinforzato con diversi nuovi innesti. La sessione pomeridiana invece, successiva alla presentazione di Simone Verdi nel giorno del suo compleanno, è stata fortunatamente baciata dai raggi del sole sbucato dalle nubi dopo un altro temporale. Per la prima volta in questi giorni a Castelrotto la squadra ha lavorato anche a tutto campo senza accusare particolarmente la fatica nonostante il terreno pesante. Tanto lavoro aerobico con tocchi rapidi di palla in spazi stretti ed una partitella conclusiva a campo ridotto in nove contro nove più i portieri mentre domani, meteo permettendo, si lavorerà in alta quota all’Alpe di Siusi. Risentimento muscolare alla coscia destra per Tabacchi che torna a Bologna per accertamenti.

Recidiva per Giaccherini all'adduttore della coscia destra (ph. Gazzetta dello Sport)

Oggi Giaccherini si è accordato con il Napoli per un triennale (ph. Gazzetta dello Sport)

Sul mercato si attende ormai ad ore l’ufficializzazione dell’ingaggio di Adam Nagy che arriva dal Ferencvaros per firmare un quinquiennale da circa 500mila euro a stagione mentre invece il cartellino costerà al Bologna fino ad un massimo di 5 milioni in caso di raggiungimento di tutti i bonus. Amadou Diawara continua ad essere irreperibile e tale situazione evidentemente non agevola nemmeno la trattativa per la sua cessione con una Roma che intanto, dopo aver acquistato Mario Rui, ha ormai chiuso anche per Juan Jesus dimostrando di avere la forza economica necessaria ad operare sul mercato ma evidentemente di non aver ancora trovato la quadratura del cerchio per l’approdo in giallorosso del mediano guineano. Intanto emergono dettagli di reiterati precedenti legati a Diawara che già ai tempi della sua militanza nel San Marino si assentò senza prevviso nè autorizzazione andando addirittura a sostenere un provino con un’altra squadra appena prima di essere tesserato. La notizia di oggi però è quella di un addio definitivo ad Emanuele Giaccherini che si è accordato con il Napoli per i prossimi tre anni a 1,5 milioni a stagione mentre al Sunderland andranno 2 milioni: cifre abbordabili per un Bologna che evidentemente aveva scelto da tempo un’altra strada. A proposito di scelte, Donadoni nei prossimi giorni dovrà anche stabilire le sue gerarchie in difesa in particolare sulla sinistra dove Morleo e Cherubin non sono sicuri della permanenza a maggior ragione visto che è stata presentata al Lech Poznan una proposta da 2 milioni di euro per l’acquisto del terzino Tamas Kadar, classe 1990, che può ricoprire all’occorrenza anche il ruolo di centrale.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *