Castelrotto Day 4: squadra in quota e Destro accelera


Mattinata di lavoro ad alta quota per il Bologna che nel pomeriggio si è riposato mentre Destro ha lavorato sodo per avvicinare il rientro in gruppo

– di Marco Vigarani – 

Allenamento all'Alpe di Siusi per il Bologna

Allenamento all’Alpe di Siusi per il Bologna

Anche oggi il cielo del Sudtirol è stato inclemente con un Bologna che prosegue la sua preparazione in vista della prossima stagione ed in particolare si avvicina ormai a grandi falcate al primo test del ritiro. Venerdì alle 17 sarà il turno dello Sciliar mentre invece sabato alla stessa ora toccherà alla Virtus San Marino affrontare i rossoblù: due amichevoli con un’insolita disposizione temporale che costringeranno tutti gli atleti di Donadoni ad uno sforzo importante dovendo probabilmente giocare almeno 90 minuti a differenza dei canonici 45 di inizio stagione. In un gruppo che ha già perso Maietta, Acquafresca e Tabacchi si è aggiunta oggi la defezione di Simone Verdi che ha accusato un fastidio all’adduttore della gamba destra e che andrà valutato nelle prossime ore. Nella mattinata di oggi infatti il Bologna è salito in quota fino quasi ai 2000 metri dell’Alpe di Siusi per un allenamento particolarmente probante che ha visto i rossoblù compiere una serie di ripetute in salita al massimo della velocità con un breve tempo di recupero, una seduta più dura di quelle andate in scena finora a Castelrotto e che ha messo a dura prova la tenuta dei giocatori di Donadoni che ha accompagnato in bicicletta i suoi ragazzi. Unito al gruppo, come già accaduto anche lo scorso anno, anche il club manager Di Vaio mentre i rossoblù apparsi più in forma sono stati i giovani Calabrese ed in particolare Silvestro che si sono uniti al gruppo solo negli ultimi giorni.

Mattia Destro in campo a Castelrotto

Mattia Destro in campo a Castelrotto

Da segnalare che ovviamente non ha partecipato a questi esercizi Mattia Destro che prosegue il suo lavoro personalizzato che per il momento lo tiene lontano dal gruppo per poter recuperare appieno la forma migliore ed evitare rischi di ricadute dopo i problemi avuti in seguito all’infortunio dello scorso marzo. Nel pomeriggio, dopo la conferenza stampa non banale del capitano Gastaldello, spazio sul campo proprio al numero 10 rossoblù che, assistito da alcuni membri dello staff ed in particolare da Renato Olive, ha lavorato sodo sull’intero repertorio tecnico. Palleggi, cambi di direzione, dribbling, passaggi e tiri: un’oretta di lavoro costantemente monitorata ed importante per avvicinare il momento del ritorno in campo insieme ai compagni. Si tratta di una buona notizia per tutti a partire dai tifosi che si aspettano tanto da Destro dopo aver solo intravisto potenzialità indiscutibili fino ad arrivare a Donadoni e alla società che sanno di dipendere principalmente dall’attaccante ascolano per quanto riguarda il potenziale offensivo. In attacco dovrebbe comunque arrivare almeno un rinforzo identificato in Umar Sadiq per il quale la trattativa con la Roma è scissa da quella per Diawara. Dal mercato si attende solo l’ufficializzazione del centrocampista Adam Nagy che di fatto è già un giocatore del Bologna da un paio di giorni.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *