Catania a -12 in Lega Pro, Teramo in D


Sono state emesse le sentenze per gli scandali estivi del calcio italiano: il Catania retrocede il Lega Pro a -12, super multa per Pulvirenti mentre Savona e Teramo sprofondano in D

– di Marco Vigarani –

Pulvirenti e Cosentino hanno messo nei guai il Catania (ph. serieb24.com)

Pulvirenti e Cosentino sono stati squalificati e multati (ph. serieb24.com)

Collaborare paga, ma fino ad un certo punto. In estrema sintesi ecco la morale che emerge dalle prime sentenze relative agli scandali che hanno sconvolto anche questa estate del calcio italiano. Oggi infatti il Tribunale della FIGC presieduto da Sergio Artico ha esaminato le carte emerse dalle indagini relative ai vari filoni di inchiesta e si è pronunciato in merito alle richieste di pena arrivate dal procuratore Palazzi che, almeno sul caso Catania, ha subito un forte smacco. Le proposte decisamente miti favorite dal collaborazionismo dell’ex presidente Pulvirenti infatti sono state considerate inique e significativamente appesantite con il Catania retrocesso il Lega Pro con 12 punti di penalizzazione con 150mila euro di multa, 5 anni di squalifica per l’ex numero uno del club che dovrà pagare anche una sanzione record di 300mila euro mentre l’ex ad Cosentino è stato squalificato per quattro anni e multato per 50mila euro.

Luciano Campitelli, presidente del Teramo (ph. Il Centro)

Luciano Campitelli, presidente del Teramo (ph. Il Centro)

Alleggerita invece leggermente la pena per Teramo e Savona, ritenute artefici di una combine nell’ultimo scontro diretto e condannate insieme al ritorno immediato in Serie D con 30mila euro di ammenda ma senza la zavorra delle pesanti penalizzazioni richieste da Palazzi. I rispettivi presidenti Campitelli e Dellepiane sono invece stati squalificati per cinque anni con preclusione ma tutte le parti in causa (compreso il graziato Catania) hanno già annunciato che presenteranno ricorso rischiando così un aggravio nel grado successivo di giudizio. Passando alle altre squadre giudicate, emerge l’esclusione del Brindisi da qualsiasi campionato mentre invece il Lamezia e la Torres ripartono rispettivamente da -5 e -2 in Lega Pro. Messina e Pro Patria pertanto non saranno ripescate ed infine il Barletta è ststo inutilmente penalizzato visto che, essendo fallito, ripartirà comunque dall’Eccellenza.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *