Catania-Bologna: le voci dei protagonisti


Dopo il pareggio di Catania, intervengono ai microfoni dei cronisti il tecnico Diego Lopez e i rossoblù Domenico Maietta e Robert Acquafresca

– di Marco Vigarani –

Diego Lopez in conferenza stampa

Diego Lopez in conferenza stampa

Il Bologna è stato addirittura in vantaggio 2-0 sul campo del Catania ma alla fine torna a casa con un solo punto in classifica che offre un doppio stato d’animo a tutti i protagonisti rossoblù. Da una parte la rabbia per il rigore inesistente concesso ai siciliani e dall’altra la convinzione di aver disputato una buona gara al cospetto di un avversario di livello.

Il tecnico Diego Lopez analizza innanzitutto l’episodio del presunto fallo commesso da Maietta su Calaiò: “Dal campo ho subito avuto la sensazione che il rigore non ci fosse e rivedendo le immagini ne sono convinto. L’arbitro nell’occasione ha commesso un grave errore perchè non c’è nulla da sanzionare“. Il mister rossoblù passa quindi a parlare della gara: “Resta comunque la soddisfazione di aver fatto una grande prestazione di personalità su un campo difficile giocando il nostro calcio contro un avversario importante. Negli ultimi due mesi abbiamo lavorato per migliorare ma ancora ci manca qualcosa in fatto di cattiveria come dimostrato nelle occasioni in cui non siamo riusciti a chiudere la partita con un altro gol. Avremmo potuto vincere, ce lo saremmo meritati ma portiamo a casa comunque un punto importante“.

Domenico Maietta,  difensore del Bologna

Domenico Maietta, difensore del Bologna

Si presenta quindi in mixed zone anche Domenico Maietta che inevitabilmente dice: “Abbiamo fatto davvero una grande gara sbagliando qualcosa solo nel secondo tempo ma è davvero inconcepibile il rigore che è stato concesso al Catania. Siamo molto arrabbiati per quello che è successo e personalmente sono meravigliato che un difensore non possa neanche più marcare a braccia aperte un avversario subito pronto a cadere. Senza quell’errore dell’arbitro probabilmente avremmo vinto ma comunque siamo orgogliosi di questa grande prestazione“.

Tornato al gol, rilascia qualche dichiarazione anche Robert Acquafresca che conferma: “C’è rabbia nello spogliatoio per quello che è successo anche se gli arbitri possono commettere errori esattamente come noi. Però quello di oggi è stato davvero decisivo e mi meraviglia perchè anche l’attaccante non si era lamentato di alcun contatto subito. Sul 2-0 eravamo convinti di portare a casa la vittoria ma resta il fatto che abbiamo dimostrato grande personalità. Ora però voltiamo pagina e pensiamo subito al Frosinone“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *