Ceccarelli: “Ora dobbiamo restare con i piedi per terra”


Dopo il successo contro il Varese si presenta in conferenza stampa Luca Ceccarelli che invita tutti all’umiltà e alla concentrazione facendo anche i complimenti ad Acquafresca

– di Marco Vigarani –

Luca Ceccarelli in conferenza stampa

Luca Ceccarelli in conferenza stampa

Poco più di un mese fa, Luca Ceccarelli si era presentato in conferenza stampa dopo la vittoria sofferta a Pescara e oggi si è ritrovato a commentare il successo convincente del primo Bologna dell’era Tacopina. Proprio dal successo dell’Adriatico parte l’analisi del difensore: “Già allora ero sicuro che il nostro lavoro avrebbe pagato e oggi che sta andando tutto bene non dobbiamo dimenticarci di quei momenti in cui faticavamo. Ora bisogna restare concentrati e continuare così mantenendo sempre i piedi per terra“. Ceccarelli individua poi una causa per il buon momento dei rossoblù: “Sicuramente il gruppo coeso formato da Fusco in estate: il direttore ha scelto uomini veri prima ancora che buoni giocatori ed il risultato nello spogliatoio è evidente. All’inizio non è stato facile perché eravamo un gruppo quasi completamente nuovo ma ora funziona tutto meglio grazie al lavoro del mister, del suo staff e di tutti noi. I risultati poi aiutano anche a rasserenare tutto l’ambiente e a lavorare ancora meglio“. La settimana appena trascorsa ha portato ad un cambiamento importante per il club ma il terzino non vuole dare troppo peso all’evento: “Alla fine siamo sempre stati molto sereni anche prima. Ovviamente il cambio di proprietà offre maggiori garanzie a tutti e ai tifosi in particolare la possibilità di sognare ma noi in campo dobbiamo sempre puntare al massimo ragionando partita per partita. La Serie A va conquistata lavorando duramente e credo fosse un obiettivo tanto due settimane fa quanto lo è ora che c’è una nuova proprietà“. La riapertura della campagna abbonamenti potrebbe portare ancora più entusiasmo nell’ambiente ma intanto sabato scorso erano già oltre ventimila i tifosi al Dall’Ara e Ceccarelli ammette: “Lo stadio piena poteva essere un’arma a doppio taglio per noi ma siamo stati bravi a sfruttare la carica del nostro pubblico senza sentire troppa pressione“.

Anche per venerdì sera a Modena è attesa una bella cornice di tifosi rossoblù in trasferta e Ceccarelli parla proprio del prossimo impegno: “Le assenze non mi preoccupano perché siamo una rosa di trenta giocatori che offre alternative all’altezza come abbiamo già dimostrato a Latina. Se il Bologna sarà sempre questo se la giocherà con tutti e fino alla fine. Il derby poi è sempre una gara particolare con tanta gente tanto calore che stimolano i giocatori ad una grande prestazione“. Tra gli assenti nella gara di Modena ci sarà anche Zuculini che sembra essersi ben integrato proprio con Ceccarelli sulla destra: “Ha caratteristiche di corsa e grinta – dice il difensore – che ci hanno permesso di trovare una buona intesa. È stato a lungo fuori ma in questo periodo abbiamo spesso giocato insieme ed abbiamo migliorato certi automatismi“. Diventato titolare al posto di Garics, l’ex Cesena però non si esalta e, a proposito della sua situazione, dice: “Non mi aspettavo nulla quando sono arrivato e mi sono messo subito a disposizione del mister lavorando sodo ma anche ora non mi sento titolare. Devo sempre dare il meglio durante la settimana. Poi per il futuro vorrei poter onorare il mio contratto di tre anni“. Prima di concludere però Ceccarelli dedica un pensiero ad un compagno dichiarando: “Voglio fare i miei complimenti a Acquafresca perché non avevo dubbi che si sarebbe ripreso ed è stato bravissimo a ribaltare i giudizi che sentivo a inizio stagione su di lui. Vedere lo stadio tributargli il giusto merito mi ha fatto davvero piacere“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *