Champions amara per le italiane,
Messi e Ronaldo quasi da record


La Champions League dice male alle italiane Roma e Juventus, entrambe sconfitte. In una due giorni ricca di reti per la rassegna continentale, spiccano il 69° gol di Messi ed il 70° di Ronaldo nella classifica dei marcatori della competizione

– di Massimo Righi –

Kasami, giustiziere della Juventus al Pireo

Kasami, giustiziere della Juventus al Pireo

Crisi Italia – La prima delle due serate di Champions League ha visto la Roma soccombere letteralmente allo strapotere del Bayern Monaco, arrivato all’Olimpico per fare razzia. 1-7 il risultato finale, che rievoca un recente 7-1 rimediato sul campo del Manchester United nell’edizione del torneo 2007/2008. Tatticamente Guardiola ha stravinto, impedendo a Garica di fare il proprio gioco basato sulle ripartenze e castigando continuamente la spavalderia giallorossa. Risultato, cinque gol dopo 36’ con Robben a segno due volte, Gotze, Lewandowski e Muller; nella ripresa lo squillo di Gervinho e nel finale il completamento dell’opera firmato Ribery e Shaqiri. Nella seconda serata, la Juventus è uscita sconfitta di misura dal campo dell’Olympiacos, fermata da un contropiede micidiale condotto da Dominguez e Mitroglu con il sigillo in rete di Kasami. Poco Pirlo, poca Juve e poco importa se nel secondo tempo il portiere di casa fa i miracoli, rimane il fatto che i bianconeri sono stati assenti ingiustificati della partita per tutto il primo tempo e pari larghi tratti della ripresa.

Il riassunto delle altre – Nel girone della Roma, il Manchester City si complica la vita sul campo del CSKA Mosca, venendo rimontato dal 2-0 al 2-2. Sale a 69 reti in Champions Lionel Messi, che nel 3-1 del Barcellona sull’Ajax mette anche la propria firma. Di Neymar e Sandro gli altri gol catalani. Nello stesso raggruppamento, il PSG fatica sette camicie per sbarazzasi dell’Apoel Nicosia, che crea più di un grattacapo alla truppa francese; nella ripresa è Cavani a salvare i suoi dalla figuraccia con la rete decisiva. Pioggia di gol per il Chelsea che spazza via il Maribor a Stamford Bridge per 6-0, mentre lo Schalke 04 di Di Matteo vince 4-3 sullo Sporting grazie ad un rigore molto generoso in pieno recupero dopo una partita dalle mille emozioni. Dopo il Bayern, anche lo Shakthar ne fa 7 in trasferta, sul campo del Bate Borisov. Luiz Adriano ne fa cinque e sfiora il sesto gol ed il record per colpa del palo. Nella serata dei record di gol in una sera (sono ben 40), il Porto sconfigge l’Athletic Bolbao 2-1 con gol decisivo di Quaresma, visibilmente aiutato dal portiere basco, non impeccabile sulla conclusione dell’ex Inter.

Nella seconda serata di Champions, il big match di Anfield fra Liverpool e Real Madrid, finisce 3-0 per le merengues, che grazie al 70° gol in Champions di Ronaldo e alla doppietta di Benzema, si disfano dei Reds dell’anonimo Balotelli. Nell’altra partita del girone, i bulgari del Ludogorets hanno sconfitto in extremis gli svizzeri del Basilea. L’Atletico Madrid rifila cinque reti al Malmo grazie alle firme di Koke, Mandzukic, Griezmann, Godin e Cerci, alla prima rete con i colchoneros. Crolla il Galatasaray di Prandelli, strapazzato a domicilio dal poker del Borussia Dortmund con gol di Aubameyang, doppietta, Reus e Ramos. L’Arsenal sbanca il campo dell’Anderlecht ribaltando il risultato nel finale. Dopo il gol di Najar, i gunners vanno a segno nel finale in rapida successione con Gibbs e Podolski. Infine, termina a reti inviolate Monaco-Benfica, mentre il Bayer Leverkusen batte 2-0 lo Zenit di San Pietroburgo anche grazie al gran gol del terzino italiano Giulio Donati.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *