Che grinta questa Virtus! I bianconeri espugnano Brescia nel finale


Prima vittoria contro una big per la Virtus che sbanca Brescia 66-70. Ancora decisivo Slaughter, nel finale la chiude Aradori

– di Marco Vigarani – 

Reduce da tre gare difficili ed altrettante sconfitte consecutive in campionato, la Virtus si presenta a Brescia per disinnescare il momento negativo e cercare il primo colpo esterno contro una big. Serve una prova piena di sudore ed orgoglio ma alla fine sono proprio i bianconeri ad arrivare sul traguardo con le braccia al cielo per una vittoria attesa da tanti mesi e che potrebbe dare nuova convinzione ai ragazzi di Ramagli.

Grande colpo esterno per i ragazzi di Ramagli (ph. Virtus)

I talenti delle due squadre si mettono subito a guidare la partita: Michele Vitali contro Ale Gentile ma anche Slaughter contro Hunt. Duello affascinante con attacchi che prevalgono sulle difese e punteggio sempre in equilibrio fino al primo intervallo (24-23). Quando i bianconeri decidono di chiudere le maglie della difesa le statistiche crollano e Baldi Rossi si issa per qualche minuto ad eroe dei suoi mentre invece Lafayette alterna le solite cose buone e meno vedendosi anche fischiare un doppio tecnico prima della pausa lunga in compagnia di Hunt. Percepita la possibilità di fare il colpo esterno, la Virtus prende coraggio in attacco e proprio il play ex Milano si carica la squadra sulle spalle insieme a Slaughter e lo sforzo bolognese trova soddisfazione nel finale del terzo periodo fino al massimo vantaggio sulla doppia cifra (49-59). Brescia non aspetta un istante e prova subito a rientrare dopo l’ultima pausa ma la reattività difensiva degli uomini di Ramagli consente alla Virtus di mantenere un solido vantaggio. Luca Vitali spara da casa sua e trova il -4, si accede qualche duello personale e le Vu Nere sembrano perdere il controllo dell’inerzia della sfida: i bianconeri difendono ma non trovano più il canestro. All’improvviso però arriva la bomba di Gentile che riporta a +8 i bianconeri a 3′ dal termine ed anche quella conseguente di Lafayette per la nuova doppia cifra di vantaggio (58-68). Risulta però tutto inutile perchè è ancora l’ingrato ex Michele Vitali a sparare altre due bombe e, aiutato anche dalla fortuna, ricucire nuovamente il divario. Lafayette da parte bianconera si conferma invece il condottiero sbagliato nel finale rischiando di gettare tutto al vento ma per fortuna i liberi decisivi capitano nelle mani di Aradori che appongono il sigillo al successo della Virtus.

Ecco le parole di coach Ramagli: “Ci siamo presi quello che meritavamo da  tempo ci stavamo meritando: questa è la vittoria dei giocatori perché sono loro che trasformano le indicazioni in azioni concrete. Faccio enormi complimenti a tutta la squadra. Non si può vincere sempre, ma stasera l’abbiamo fatto a casa di una signora squadra. Essere riusciti a batterli è un grande merito per noi“.

GERMANI BASKET BRESCIA 66 – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 70

GERMANI BASKET BRESCIA: Ortner 2, Moore 6, Hunt 12, L. Vitali 11, Landry 8, Traini, M. Vitali 22, Mastellari ne, Sacchetti 5, Veronesi ne. All. Diana.
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: A. Gentile 19, Jurkatamm ne, Umeh 5, Pajola 1, Baldi Rossi 6, Ndoja ne, Lafayette 11, Aradori 13, Berti ne, S. Gentile ne, Lawson, Slaughter 15. All. Ramagli.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *