Che sofferenza contro il Lekhwiya Doha! Il Bologna vince in rimonta 3-2


Vittoria sofferta per 3-2 del Bologna in doppia rimonta sui qatarioti del Lekhwiya Doha. A segno Krejci, Petkovic e Falco ma la difesa sbanda troppo

– di Marco Vigarani –

Adam Nagy in azione: oggi ha giocato il primo tempo da trequartista (ph. Bologna)

Si conclude con un successo sofferto la tournée in Austria del Bologna che ora si sposterà in Germania per sfidare il temibile Hoffenheim in una doppia amichevole. I qatarioti del Lekhwiya Doha hanno opposto però una resistenza ben superiore al previsto ad una formazione rossoblù ampiamente rimaneggiata da parte di Donadoni anche per i piccoli fastidi occorsi a Mirante, Mbaye e Krafth che li hanno esclusi dalla gara. Coppie Gastaldello-Gonzalez in difesa e Crisetig-Taider in mediana ma anche la parziale sorpresa Nagy in trequartisti sono le principali novità dell’undici rossoblù che ritrova finalmente Destro dal primo minuto al centro dell’attacco. L’avvio però è un vero shock con il Lekhwiya che approfitta di ogni palla recuperata per presentarsi in area e dopo meno di un quarto d’ora passa in vantaggio con un bel diagonale di Msakni. Scosso dal gol, il Bologna alza il baricentro e trova il pari sull’asse Nagy-Destro-Krejci ed il ceco bravo a farsi trovare pronto nel cuore dell’area per battere a rete. Non passano però neanche dieci minuti e gli avversari sono nuovamente avanti grazie al centravanti El Arabi ma soprattutto al buco lasciato libero da Gonzalez. Timidi e poco precisi, i rossoblù non riescono a reagire nè a dare un senso alla propria presenza in campo per lunghe decine di minuti e non servono a tanto neanche i cambi operati nell’intervallo con Maietta, Mounier, Donsah, Falco, Falletti e Petkovic. La formazione di Donadoni resta sperimentale e solo con il passare dei minuti gli attaccanti prendono coraggio arrivando a ribaltare la gara attorno al 70′: prima Petkovic sorprende su punizione il colpevole portiere avversario trovando il 2-2 poi Falco si avventa su un pallone vagante e lo infila in porta di mancino per il 3-2. Almeno sei potenziali titolari restano a guardare e così il Bologna non riesce più ad affondare il colpo paradossalmente rischiando anche qualcosa nei minuti finali.

Nell’immediato dopogara ecco il commento realista di mister Donadoni: “Oggi è importante aver fatto risultato perché vincere fa morale così come rimontare una squadra che ci ha messo in difficoltà nel primo tempo anche se non abbiamo concesso tanto. Fa tutto parte di un processo di crescita a maggior ragione per giocatori con poco minutaggio. Ho fatto di necessità virtù per qualche contrattempo soprattutto sugli esterni di difesa ma apprezzo la disponibilità a fare qualcosa di diverso. Il mercato non è chiuso fino al 31, sappiamo cosa ci serve. Destro è tornato, ora è importante che stia bene e che con la cattiveria giusta punti al salto di qualità”.

BOLOGNA: Santurro; Torosidis (46′ Mounier), Gonzalez (46′ Maietta), Gastaldello, Helander; Crisetig (53′ Donsah), Taider (53′ Falco); Okwonkwo (53′ Falletti), Nagy, Krejci; Destro (46′ Petkovic). All.: Donadoni.
LEKHWIYA: Kalifa (46′ Lecomte); Moussa, Abkar (81′ Fahad), Mendes, Muftha; Marton (58′ Radouante), Hisham, Tae-Hee; Arabi, Msakni, Abdoraman (71′ Fahmi). All.: Belmadi.
ARBITRO: Hofer.
MARCATORI: 13′ Msakni (L), 19′ Krejci (B), 26′ Arabi (L), 70′ Petkovic (B), 72′ Falco (B)
AMMONITI: Falco (B)

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *