Chievo-Bologna 0-0, le pagelle


Il Bologna conclude la stagione con un pareggio scialbo a Verona. Positive prestazioni di Krafth e Giaccherini. Male Floccari 

– di Marco Vigarani –

Emil Krafth (ph. Bologna)

Emil Krafth ha giocato la sua prima gara per intero in rossoblù (ph. Bologna)

Mirante 6 – Sollecitato con il contagocce, non si fa trovare impreparato nonostante una partita da sbadigli.

Krafth 6,5 – Nell’anonimato della gara lo svedese mostra buone intenzioni sia a livello atletico che tecnico. Il Bologna forse può puntare su di lui per la prossima stagione e nel caso il ringraziamentova a Corvino.

Rossettini 6 – Leader della difesa rossoblù per assenza di colleghi, non demerita nel suo ruolo naturale anche se nel primo tempo la linea sembra non applicare perfettamente la tattica del fuorigioco.

Ferrari 6 – Magari non sempre concentrato al 100% ma sicuramente in un ruolo a lui più congeniale rispetto a quello di terzino. Un giovane da continuare a far crescere anche in futuro.

Lorenzo Crisetig(ph. Resto del Carlino)

Buona prova in regia per Lorenzo Crisetig a Verona (ph. Resto del Carlino)

Masina 6 – Prestazione generosa ma anche troppo timida in fase di spinta nonostante la verve di Giaccherini che cerca di innescarlo. Si arrende ad un infortunio. Dal 49′ Zuniga 6 – Non ha più il passo che lo ha reso celebre ma entra in campo con un piglio positivo e propositivo.

Crisetig 6 – Il buon gioco mostrato a tratti dal Bologna passa anche dalla sua presenza in campo. È evidentemente un regista di ruolo anche se compassato e non il flop clamoroso a cui è stato relegato dall’esplosione di Diawara.

Brighi 6,5 – Prestazione di grande sostanza contro la sua ex squadra, gioca con la freschezza di un giovane nonostante la carta d’identità e mostra sul campo perché il Bologna dovrebbe offrirgli il rinnovo. Cerca anche un grande gol in girata.

Mounier 5,5 – Altra occasione sostanzialmente sprecata per il francese che potrebbe essere arrivato al capolinea della sua esperienza al Bologna. Dal 71′ Pulgar 5,5 – Disattento come già capitato in altre occasioni, il cileno non dovrebbe risultare un grande rimpianto se ceduto.

Diawara e Giaccherini, il Bologna punta a tenerli entrambi (ph. ZImbio)

Primo tempo di vivacità e dinamismo per Giaccherini (ph. Zimbio)

Brienza 6 – Come Brighi, fa valere l’esperienza sul campo. Brilla in particolare la sua tenuta atletica fino al triplice fischio finale nonostante il cambio di modulo lo porti ad agire anche sull’esterno nel finale.

Giaccherini 6,5 – Primo tempo di notevole vivacità per l’esterno che cerca di innescare i compagni ed anche di tirare in porta. Cala alla distanza ma lo vedremo presto in Nazionale per Euro 2016. Dal 83′ Tabacchi SV.

Floccari 5 – Il Bologna sviluppa anche buone trame offensive ma la sostanziale assenza del suo centravanti le vanifica tutte. Ha anche un’occasione nel finale ma la spreca facendosi neutralizzare il tiro.

Donadoni 6 – Ai punti forse il suo Bologna avrebbe anche meritato la vittoria per la maggiore qualità di gioco espressa ma la sterilità del reparto offensivo resta uno scoglio insormontabile. Applauso alla sensibilità per aver concesso l’esordio da professionista a Tabacchi.

Chievo 6 – Non fa quasi nulla ma porta a casa un altro punto per una classifica brillante oltre ogni aspettativa. La vera forza dei gialloblù è proprio la continuità di fare sempre punti senza brillare mai. Tra i migliori sicuramente Mpoku che piace proprio al Bologna.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *