Cinque esuberi per Corvino che segue ancora Eder per il 4-3-3


Non solo acquisti per Corvino che vuole piazzare ancora cinque esuberi ma trova poca collaborazione. In entrata si lavora su Giaccherini senza perdere di vista Eder pensando al cambio di modulo

– di Luca Nigro e Marco Vigarani –

Acquafresca è stato il migliore in campo del Bologna (ph. Zimbio)

C’è anche Acquafresca tra gli esuberi che Corvino sta provando a piazzare (ph. Zimbio)

Il calciomercato del Bologna, definito l’acquisto del francese Mounier, ha vissuto oggi una giornata interlocutoria in cui il ds Pantaleo Corvino ha cercato di lavorare soprattutto sui calciatori in esubero che vorrebbe provare a collocare altrove entro lunedì sera. Si tratta per la precisione di cinque atleti che però in questo momento non starebbero dimostrando spirito di collaborazione nei confronti del Bologna che ha proposto ad alcuni la cessione a club italiani e stranieri di buon livello vedendo rispedite però al mittente queste soluzioni. L’unico che oggi ha dato disponibilità al trasferimento è Luca Ceccarelli che, dopo la gara di domani per la quale è stato convocato, potrebbe accettare la Ternana. Nelle ultime ore il Pescara sta provando ad arrivare a Daniele Cacia che però non sarebbe interessato a scendere di categoria e non offre molte speranze di soluzione a Corvino il quale però è preoccupato anche per le altre tre situazioni in essere. Nico Pulzetti, Archimede Morleo ed anche Robert Acquafresca sono i tre rossoblù più importanti anche a livello di ingaggio che l’uomo mercato del Bologna non riesce a convincere a lasciare Casteldebole. Intanto però il portiere Malagoli è passato a titolo definitivo al Santarcangelo nell’ambito dell’operazione che ha portato in rossoblù il giovanissimo attaccante Souare, classe 1998.

Anche il sampdoriano Eder potrebbe essere convocato da Conte (ph. Zimbio)

Il Bologna continua a seguire Eder (ph. Zimbio)

Sul fronte degli arrivi, il Bologna ha sondato la disponibilità del Nantes per il difensore centrale Papy Djilobodji il cui cartellino viene però valutato almeno 2 milioni di euro con scarse possibilità di ottenere un prestito con dilazione di pagamento: la sensazione è che il pacchetto di centrali rossoblù possa ormai restare immutato in questi ultimi giorni di trattative. Corvino e Rossi però nelle ultime ore hanno concordato la possibilità di un futuro passaggio al 4-3-3 non solo grazie all’innesto di Mounier ma anche alla duttilità di Rizzo che può essere impiegato come esterno alto. In tal senso però il Bologna ha fatto anche oggi un tentativo per convincere Giaccherini ad abbassare le sue richieste di ingaggio ma ormai le speranze riguardo l’ex Cesena e Juventus sono poche a maggior ragione visto che il Sunderland (che ha ricevuto un rifiuto da Borini) potrebbe dargli un’altra possibilità. In attacco però arriverà sicuramente un altro innesto probabilmente adatto sia a giocare da seconda punta che da esterno ed il nome di Eder resta assolutamente caldo perchè l’Inter lo considera solo un’alternativa a nomi più altisonanti e la Sampdoria potrebbe accettare anche in extremis la proposta del Bologna di prestito con obbligo di riscatto. Infine per la mediana Pantaleo Corvino è abbastanza sicuro di poter chiudere positivamente la trattativa con il Benfica per Djuricic, calciatore che non rientra nei piani dei lusitani e che il direttore sportivo Rui Costa vedrebbe bene nel campionato italiano per provare a rilanciarlo dopo un paio d’anni bui: il trasferimento potrebbe essere concluso tra domani e lunedì.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *