Cittadella all’esame Dall’Ara, mister Venturato sulle orme di Sarri


Ecco il Cittadella, primo avversario stagionale del Bologna. L’ex sorpresa della B guidata da mister Venturato misurerà lo stato di salute dei rossoblù

– di Marco Vigarani –

La festa granata per il passaggio del turno contro l’Albinoleffe (ph. Cittadella)

Stasera inizia ufficialmente la stagione 2017/18 del Bologna ed il primo avversario sarà il Cittadella per il terzo turno di Tim Cup. La formazione veneta allenata ormai da due anni da mister Roberto Venturato, australiano di nascita ma calcisticamente italianissimo, ha già fatto il suo esordio nella competizione battendo 3-1 l’Albinoleffe lo scorso 6 agosto e si è quindi assicurata il viaggio verso lo stadio Dall’Ara. Non sono in realtà passati troppi anni dall’ultima sfida tra i granata ed il Bologna visto che la retrocessione dei rossoblù diede vita a due gare nella stagione 2014/15 entrambe vinte con il minimo scarto dagli uomini allora di Diego Lopez. Parlando di precedenti c’è però anche un ultimo caso da citare: nel 2006 infatti i felsinei si imposero per 2-1 sui veneti al primo turno di Coppa Italia pur dovendo passare attraverso i tempi supplementari.

Nonostante la storia e la differenza di categoria, quella odierna si presenta come una sfida da non sottovalutare per il Bologna che nelle ultime settimane non ha certo mostrato un gioco particolarmente effervescente né collezionato risultati convincenti rimontando a fatica contro i qatarioti del Lekhwiya Doha, uscendo sconfitto dalla sfida all’Hoffenheim e faticando più del previsto contro la propria Primavera. Per il Cittadella guidato dalla coppia di bomber Litteri-Arrighini invece in precampionato percorso quasi netto anche se ovviamente contro avversari ben più abbordabili: 10-0 al Lovadina, 4-0 al Levico, 0-0 contro il Mestre e 9-1 al Trento ovvero la stessa squadra che ha anche concluso il ritiro del Bologna a Castelrotto (in quel caso finì 5-0 per gli emiliani).

Roberto Venturato allena il Cittadella dal 2015 (ph. SerieB24.com)

La scorsa stagione il Cittadella di mister Venturato (tecnico preparato e fortemente orientato al lavoro sul campo tanto da essere paragonato a Sarri) è stato protagonista di una cavalcata straordinaria che lo ha portato da squadra neopromossa in B fino al sesto posto con eliminazione dai playoff nel turno preliminare per mano del Carpi. L’obiettivo quest’anno non sarà tanto bissare i successi di quello passato quanto piuttosto un mantenimento sereno della categoria e per questo motivo la società è stata piuttosto attiva sul mercato assicurandosi rinforzi importanti in particolare in difesa (ben cinque innesti tra cui spiccano il terzino Pezzi dal Benevento ed il centrale Adorni dal Cesena). L’impostazione tattica è un 4-3-1-2 molto disciplinato in fase di non possesso ma capace di sfruttare al meglio le ripartenze e le palle perse dagli avversari con un interessante asso nella manica come Siega, giocatore polivalente impiegato mezzala ma con licenza di attaccare.

Probabile formazione (4-3-1-2) Paleari; Salvi, Adorni, Varnier, Pezzi; Siega, Iori, Settembrini; Schenetti; Litteri, Arrighini.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *