Colpo Virtus: sbanca Roseto in Gara3 e si prende due match point


Grande partita della Virtus che vince 83-91 a Roseto andando 2-1 nella serie. Sugli scudi la regia di Gentile e la grinta di Ndoja

– di Marco Vigarani –

Dopo i segnali confortanti di martedì, la Virtus ha trovato continuità sbancando immediatamente Roseto in Gara3 e si è ripresa l’inerzia della serie cancellando lo scivolone del primo match. Partita di grande cuore per i ragazzi di Ramagli che hanno mostrato talento offensivo ma soprattutto minuti di eccellente difesa ed una grande lucidità nella lettura del gioco grazie a Gentile, sempre più protagonista. Analogamente a quanto accaduto nel turno precedente contro Casale, ora ci sono due match point a disposizione dei bianconeri per conquistare la semifinale ma la vittoria di una battaglia non deve essere prematuramente confusa con il trionfo nella guerra.

Parziale riscatto per Umeh in Gara3 a Roseto (ph. Virtus)

La Virtus parte subito con una difesa aggressiva e fisica ma soprattutto con le triple: due di Ndoja ed una di Lawson che firmano il parziale di 11-2 a favore dei bolognesi che costringe Di Paolantonio al primo timeout. Ci pensa Smith a far rientrare immediatamente i padroni di casa con due bombe mortifere ma la gara da lontano non è finita visto che anche Spissu si unisce alla festa per un controparziale bianconero prontamente imitato da Rosselli a tenere a distanza di sicurezza Roseto. Arriva anche la prima doppia cifra di vantaggio ancora con Spissu prima della fine del periodo che si conclude sul 19-28 sull’appoggio intelligente di Lawson. La difesa di Ramagli inizia a mettere davvero in moto anche l’attacco ed il divario in favore delle Vu Nere si amplia fino al +18 prima che gli abruzzesi piazzino un 9-0 anche fortunoso che riapre completamente i giochi. A ridare parziale serenità in casa Virtus arriva la tripla di Umeh subito neutralizzata dalla quarta bomba consecutiva di Roseto firmata da Amoroso che però lascia un buon margine all’intervallo lungo in favore degli ospiti (32-45).

Festa bianconera: la Virtus è 2-1 nella serie (ph. Resto del Carlino/Ciamillo)

Al ritorno in campo i bolognesi subiscono la reazione rabbiosa degli avversari che tornano sotto fino al -5: parziali e controparziali animano la fase finale del terzo periodo con le due squadre che restano in precario equilibrio e Roseto che, guidata da Amoroso, produce il massimo sforzo per tornare a contatto. Sul 51-55 arrivano un canestro dalla lunga distanza di Rosselli seguito da una palla rubata con contropiede di Gentile a rompere l’inerzia degli uomini di Di Paolantonio ma Fultz non molla e, con l’aiuto di Sherrod all’ultimo secondo, rende ancora il parziale tutto da decifrare. L’ultimo quarto si apre dal 57-62 ma soprattutto con Roseto che brucia in un amen il bonus dei falli e con una bomba fantastica di Gentile imitato prontamente da Ndoja ma purtroppo anche due volte da Mei in un continuo saliscendi emozionale che vede gli abruzzesi arrivare al -3 (65-68). Improvvisamente dal pubblico arriva una bottiglietta sulla panchina della Virtus e così gli arbitri prendono la decisione inconsueta di sospendere la gara per alcuni minuti chiedendo di ripristinare la calma nel palasport. Al ritorno in campo Smith riapre definitivamente la gara con la bomba del -2 così la Virtus si rifugia nei tiri liberi e nella regia illuminata di Gentile per tornare ad un confortante vantaggio appena sotto la doppia cifra mantenuto con cuore, dedizione e costanza fino al 83-91 finale.

Ecco le parole di coach Ramagli nel postpartita: “Siamo stati davanti per 40’ ma non abbiamo mai ammazzato la partita al cospetto di una squadra che ha un cuore smisurato. Abbiamo riconquistato il fattore campo, ora abbiamo un match point e per sfruttarlo e chiudere la serie dovremo essere cinici ed intensi, ma sappiamo già che sarà difficilissima. Complimenti a noi come a loro per questa partita vibrante in cui le squadre si sono affrontate con grande lealtà“.

ROSETO VISITROSETO.IT-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 83-91
(30-13, 45-37, 73-48)
ROSETO VISITROSETO.IT: Smith 18, Cantarini ne, Piazza 2, Fultz 3, Radonijc 2, Fattori, Mei 3, Casagrande 7, Amoroso 19, Sherrod 12 All: Di Paolantonio
VIRTUS SEGAFREDO: Spissu 7, Umeh 10, Pajola, Spzzichini 6, Ndoja 18, Rosselli 8, Michelori 5, Oxilia, Gentile 17, Penna, Lawson 21, Bruttini 1 All: Ramagli

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *