Commissariamento FIGC impossibile. Malagò: “Aspettiamo l’11 dicembre”


La FIGC non è stata commissariata per evitare un ricorso: il CONI aspetterà le elezioni di Lega A e B prima di fare qualsiasi passo

– di Marco Vigarani –

Giovanni Malagò ha parlato al termine della riunione straordinaria del CONI (ph. Zimbio)

Nonostante la voglia di commissariamento espressa ormai chiaramente a più riprese dal presidente CONI Malagò, attualmente la FIGC va avanti con il suo calendario prestabilito. La riunione straordinaria del comitato olimpico italiano ha scelto di non procedere alla nomina di un commissario per evitare un ricorso che avrebbe bloccato ulteriormente un sistema calcio fortemente indebolito dagli ultimi eventi e di attendere al massimo fino all’11 dicembre. Entro tale data sarà necessario che la Lega A e B procedano a riempire le caselle vuote dei rispettivi organigrammi e le prime riunioni arriveranno a strettissimo giro di posta: domani la serie cadetta e lunedì quella maggiore che deve eleggere non solo il presidente ma anche i consiglieri federali. Se entrambe le riunioni dovessero però produrre una fumata nera, ecco che il termine per l’intervento del CONI potrebbe essere anche anticipato per andare a colmare un vero e proprio vuoto di potere. Ecco la spiegazione fornita da Giovanni Malagò: “C’è un problema oggettivo: questa vicenda coinvolge tutto il sistema Paese in modo non paragonabile con qualsiasi altra Federazione. La mia posizione è categorica: il calcio italiano va riformato a partire dallo Statuto stesso. La Giunta ritiene che serva il commissariamento anche se non lungo, ma non abbiamo gli strumenti giuridici. Oggi nel calcio italiano ci sono problemi strutturali con nove caselle da mettere a posto in Lega A. Se succede in bocca al lupo al calcio. Se invece nei termini previsti nella scadenza del commissariamento della Lega di A, non si arrivasse a dama riconvocheremo una giunta e si faranno le dovute considerazioni“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *