Contatto con Agazzi, si tratta per Krsticic e Sansone


Prende quota l’ipotesi Agazzi per la porta del Bologna che ha chiuso per Rossettini e tratta con la Sampdoria per Krsticic e Sansone. In attacco Pazzini e Borini costano tanto

– di Marco Vigarani –

In attesa dell’avvio ufficiale del calciomercato il 1 luglio, il Bologna continua a muoversi sul mercato per poter spendere al meglio il budget ufficiale previsto da Saputo in circa 12 milioni di euro: ecco gli aggiornamenti sulle trattative.

C'è stato un contatto tra il Bologna e lo staff di Michael Agazzi (ph. Zimbio)

C’è stato un contatto tra il Bologna e lo staff di Michael Agazzi (ph. Zimbio)

Agazzi o Storari – Nonostante il fallimento ufficiale del Parma, per ora il Bologna non ha fatto proposte ufficiali all’ormai ex portiere gialloblù Mirante che ora, svincolato, potrebbe far scatenare una vera e propria asta di mercato. Storari resta quindi la prima idea con la necessità di limare le richieste economiche e contrattuali del giocatore che pretende un biennale ma negli ultimi giorni ha preso quota la pista Agazzi. Il Milan lo ha inserito nella lista dei partenti e cederebbe l’intero cartellino per una cifra inferiore al milione di euro, il ragazzo cerca una squadra che gli consenta di rilanciarsi ed il Bologna ha già avuto i primi contatti con lo staff del giocatore.

Ok Rossettini – Nelle prossime ore si metterà nero su bianco l’accordo con il Cagliari per il passaggio di Luca Rossettini al Bologna formalizzando così il primo colpo del mercato rossoblù. L’operazione sarà condotta in porto a titolo definitivo ma senza usufruire della clausola rescissoria da 3 milioni di euro: la cifra pattuita dovrebbe aggirarsi al massimo sui 2,5 rateizzati ed il difensore firmerà un contratto triennale. L’annuncio potrebbe slittare di qualche giorno ma l’affare ormai è definito nei minimi dettagli.

Caccia allo sconto dalla Samp – Il Bologna continua a trattare con la Sampdoria per il riscatto sia di Krsticic che di Sansone ma per il momento le parti sono distanti. La richiesta complessiva è di 6,5 milioni di euro mentre invece la proposta rossoblù non supera i 3,5: a queste cifre salterebbe tutto ma va evidenziato il fatto che Zenga non ritenga i due giocatori utili al suo progetto tecnico e quindi il club blucerchiato possa essere stimolato a liberarsene. L’Atalanta potrebbe decidersi a lasciar partire Cigarini ma è ancora presto per imbastire una vera e propria trattativa come quella che sembra invece essere ripresa con la Fiorentina per portare a Casteldebole il trequartista Ilicic. Praticamente impossibile invece arrivare a Pjaca, valutato almeno 10 milioni di euro.

Il contratto di Borini con il Liverpool scadrà fra un anno (ph. Zimbio)

Il contratto di Borini con il Liverpool scadrà fra un anno (ph. Zimbio)

Sogno Borini – La prima idea per l’attacco è sempre stata quella di vestire Pazzini di rossoblù ma le cifre richieste alla Sampdoria dall’attaccante (2,5 milioni più bonus per tre anni) non rientrano nei piani di mercato del Bologna che punta invece sulla voglia di ritorno di Borini. Ad un anno dalla scadenza del suo contratto con il Liverpool, l’attaccante sta acquistando casa in città dopo il matrimonio ma non verrà certamente svenduto da un club che lo ha acquistato per 18 milioni di euro tre estati fa. Corvino proverà anche ad insistere con il Cesena per ottenere il francese Defrel ma dal Sudamerica segnalano l’interesse per l’ala colombiana Pardo, 24enne dello Sporting Braga.

Comproprietà – Restano infine da definire i destini di due calciatori ancora in comproprietà con il Cesena: si tratta del centrocampista Damjan Djokovic e del difensore Andrea Ingegneri per i quali potrebbe essere raggiunto un accordo lasciando il primo in rossoblù ed il secondo in Romagna. Non è invece più affare del Bologna (nonostante le informazioni circolate la scorsa estate al momento dell’ingaggio di Troianiello) il destino di Francesco Della Rocca per il quale era stata stipulata una compartecipazione con il Palermo già risolta in favore dei siciliani.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *