Conte inizia il tour dei ritiri: “Sono l’allenatore di tutta Italia”


Antonio Conte, presentato ufficialmente come nuovo ct azzurro, decide di visitare le sedi dei club di Serie A

di Marco Vigarani

Antonio Conte e Carlo Tavecchio

Antonio Conte e Carlo Tavecchio

Nella giornata di ieri è avvenuta l’attesa presentazione ufficiale di Antonio Conte, nuovo commissario tecnico della Nazionale italiana. Al fianco del presidente federale Carlo Tavecchio, l’ex allenatore della Juventus si è subito presentato con il piglio combattivo che lo caratterizza da sempre. “Vivo per vincere – ha esordito – e nella mia Nazionale ci sarà posto solo per grandi uomini che siano tali dentro e fuori dal campo. Darò una possibilità solo a chi la merita“. Con una frecciata al predecessore Prandelli ed al suo ormai proverbiale codice etico poi il tecnico leccese ha ulteriormente specificato: “Le mie scelte non dipendono dalle giornate di squalifica ma da quello che vedo nel giocatore e dalla mia moralità“. Inevitabile poi per Conte arrivare a parlare delle polemiche sul contratto e sulla sponsorizzazione, subito smorzate dicendo: “Il mio ingaggio rientra nei parametri e per accettare ho ceduto anche tutti i miei diritti d’immagine: in sostanza guadagnavo di più prima. Chi mi conosce sa perfettamente che nessuno sponsor potrà mai decidere al posto mio ma ora alle polemiche voglio rispondere con i fatti, non con le parole“. Guardando quindi al futuro il ct azzurro ha parlato già di quella che sarà la sua nuova squadra e dei suoi desideri: “Ovviamente partirò dal blocco Juventus, quello storico e collaudato. Ma sia chiaro che il mio rapporto con il club bianconero è finito: si era esaurito un ciclo. Oggi sono l’allenatore di tutto il popolo italiano e tutti vorrebbero essere al mio posto. Nella mia testa e nel mio cuore c’è solo il colore azzurro“.

Antonio Conte quindi non ha perso tempo e, dopo la prima tappa di ieri sera al San Paolo per osservare il Napoli (nel mirino Insigne e Jorginho) nell’esordio stagionale contro l’Athletic Bilbao, oggi si è messo subito in viaggio per un breve tour dei ritiri delle squadre di Serie A. Stamattina si è recato in visita alla Lazio di Stefano Pioli presso l’impianto di Formello dove ha ricevuto l’incoraggiamento dell’ex tecnico del Bologna e visto da vicino i papabili Candreva e Marchetti mentre nel pomeriggio si è presentato a Trigoria per una rapida occhiata alla Roma di Rudi Garcia. L’ex rivale per la lotta scudetto lo ha accolto nel bar del centro sportivo giallorosso e probabilmente lo ha anche aggiornato sullo stato di forma di De Rossi, Florenzi, Destro e del lungodegente Balzaretti. Nella giornata di domani invece Conte sarebbe atteso a Firenze da Vincenzo Montella per avere ragguagli sulle condizioni fisiche di Giuseppe Rossi, attaccante che avrà un ruolo importante nella nuova Italia in cui rischia di trovare meno spazio invece Mario Balotelli, con il quale il ct avrà un colloquio durante la visita a Milanello.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *