Conte rinviato a giudizio per frode sportiva


Ieri pomeriggio è arrivata la notizia del rinvio a giudizio per Antonio Conte sul calcioscommesse. La Procura di Cremona ha chiesto il processo per il c.t. azzurro insieme ad altri 104 indagati

– di Massimo Righi –

Antonio Conte, CT dell'Italia (ph Zimbio)

Antonio Conte, CT dell’Italia (ph Zimbio)

Bufera su Antonio Conte. La procura di Cremona ha chiesto il rinvio a giudizio per il CT della Nazionale alla fine dell’inchiesta sul calcioscommesse: l’accusa è di frode sportiva. Oltre che per Conte, la procura ha richiesto il rinvio a giudizio per altri 104 indagati, tra cui spiccano i nomi di Mauri, l’ex rossoblù Signori e il neo tecnico dell’Udinese Colantuono. Sono 60 le partite sotto inchiesta, ma in origine erano circa 200 le gare sotto controllo, la maggior parte delle quali non hanno però fornito sufficienti prove per proseguire con le indagini. Sono 8 le partite prescritte, fra cui figura Napoli-Chievo del maggio 2009 e finita 3-0.

Per Conte, la richiesta di rinvio a giudizio si riferisce alla partita fra Albinoleffe e Siena del maggio 2011, quando l’attuale CT  era allenatore della squadra toscana. Invece, per quanto riguarda Novara-Siena, altra partita tenuta d’occhio dalla giustizia, il procuratore Di Martino ha chiesto l’archiviazione, così come per l’accusa di associazione a delinquere. Rimane invece in piedi l’accusa per gli ex rossoblù Cristiano Doni, Stefano Bettarini e Giuseppe Signori oltre a molti altri. Nella richiesta di rinvio a giudizio di Conte si fa riferimento agli accordi sottoscritti tra gli allenatori della Federcalcio, in cui è previsto che l’allenatore debba “salvaguardare la condotta morale dei calciatori”. Fra gli obblighi del tecnico c’è anche quello di vigilare affinché i calciatori mantengano “una condotta consona ai principi di lealtà e probità”.

“Amareggiato”, così si è detto Antonio Conte, nel frattempo in vacanza al mare, una volta appresa la notizia del rinvio a giudizio che era comunque nell’aria da qualche tempo. Ciononostante, il CT si è detto determinato a continuare nel suo lavoro in attesa degli sviluppi in merito, mentre gli avvocati valuteranno una strategia difensiva. Inoltre, Conte si sarebbe stupito del fatto che la sua posizione sia stata archiviata per la gara Novara-Siena, ovvero il fulcro dell’indagine, ed essere poi stato rinviato a giudizio per la sfida con l’AlbinoLeffe.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *