Coppa Italia: la Fortitudo piega Trapani e va in semifinale. Domani il derby con Ravenna


La Effe piega Trapani all’esordio in Coppa Italia dopo una partita dura e va in semifinale, dove ci sarà il derby con Ravenna, che ha eliminato, a sorpresa, Casale. Continua la crisi di Trieste, k.o. contro Tortona e già fuori

– di Calogero Destro –

Daniele Cinciarini, autore di 20 punti contro Trapani (ph. Ciamillo)

La Fortitudo è in semifinale di Coppa Italia: la squadra di coach Boniciolli, che non avrebbe potuto festeggiare meglio il ritorno in panchina dopo lo stop forzato, ha infatti avuto ragione della Lighthouse Trapani, ma solo nel finale di una gara tiratissima. Una partita giocata sul filo dell’equilibrio, che ha visto le due squadre rispondersi colpo su colpo: 20-18 il primo parziale, poi il rientro negli spogliatoi, dopo un infuocato duello fra Cinciarini (20 punti, 8/14 al tiro) e Mollura (19 punti, 4/5 da 3), con quest’ultimo decisivo per guidare i siciliani al vantaggio con cui si sono chiusi i primi 20′ (41-43). Nella ripresa, nonostante le rotazioni ridotte, la Lighthouse è riuscita a rimanere in partita, soprattutto grazie alle giocate di Jefferson. Un parziale di 5-0 negli ultimi 2′ del terzo periodo ha però permesso all’Aquila di entrare nella quarta frazione sul 61-59. Un parziale ampliato fino al 13-3 e targato Amici (16 punti, 3/5 da 3), che con la seconda bomba in pochi minuti ha portato la Effe sul 69-62 al 33′. Qui è avvenuto l’ultimo sussulto dei trapanesi, riportatisi addirittura sul -1, ma poi ricacciati definitivamente sotto da un paio di cesti in fila di Rosselli (autore pure di 3 assist). Il risultato finale dice dunque 81-71 in favore della Fortitudo, che domani, sempre alle 20:45, dovrà affrontare Ravenna – che ha eliminato a sorpresa Casale – nel derby che vale la finale.  Nell’altra gara di semifinale si affronteranno Biella, che ha avuto la meglio di Udine 82-76, e Tortona, che ha surclassato la favoritissima Trieste 91-66.

Postpartita- Queste, nel postpartita, le dichiarazioni di coach Boniciolli: “Diamo merito a Trapani che, seppur corta, ci ha tenuto sul lì finchè hanno retto fisicamente. Noi siamo più lunghi, e questo sicuramente può fare la differenza. Ma noi abbiamo fatto un salto di qualità per quel che riguarda la maturità, e questo gli allenatori lo sentono. Bene McCamey e Fultz, anche Cinciarini, impressionante Gandini. Utili anche gli altri, ci sarà posto domani per Bryan mentre Amici ha dimostrato di poter fare bene senza scenate. E io non ho fatto danni. Ora Ravenna, che ha dimostrato di poterci battere anche da -28. I punti fatti? Cè relazione tra attacco e difesa, noi continuiamo a difendere bene ma intanto stiamo migliorando in attacco. Domani più che voglia di rivalsa contro di loro ci sarà la voglia di arrivare in finale”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *