Coppa Italia: Lazio e Napoli pari, Salah affossa la Juventus


Nelle semifinali di andata di Coppa Italia va in scena un pareggio tra Lazio e Napoli mentre una doppietta di Salah consente alla Fiorentina di battere 2-1 la Juventus

– di Marco Vigarani –

Sfida tra Raul Albiol e Miro Klose (ph. Zimbio)

Sfida tra Raul Albiol e Miro Klose (ph. Zimbio)

Le semifinali di andata di Coppa Italia si sono concluse ieri sera senza emettere verdetti definitivi ma regalando un buono spettacolo agli spettatori e lasciando aperto qualsiasi scenario in vista del ritorno che si disputerà tra un mese.

Mercoledì sera Lazio e Napoli si erano date battaglia all’Olimpico in una partita decisamente godibile ed incerta che aveva visto gli uomini di Pioli subito pericolosi con un palo colpito da Klose a cui aveva risposto in un paio di occasioni Higuain trovando pronto il portiere Berisha prima che il tedesco biancazzurro al 33esimo infilasse Andujar capitalizzando un ottimo assist di Felipe Anderson. Dopo aver avuto un paio di occasioni prima dell’intervallo, nella ripresa il Napoli ha pareggiato prima il conto dei pali e poi anche quello dei gol grazie alla rete di Gabbiadini imbeccato da Higuain. Nonostante l’assenza di ulteriori variazioni dal punteggio di 1-1, la gara si è poi mantenuta viva fino al termine anche grazie ai positivi innesti provenienti dalle due panchine che però non sono stati sufficienti a sbloccare la gara rimandando al ritorno il verdetto per la prima finalista di Coppa Italia.

Salah conclude in rete dopo una cavalcata di 70 metri (ph. Zimbio)

Salah conclude in rete dopo una cavalcata di 70 metri (ph. Zimbio)

Ieri invece è stato il turno di JuventusFiorentina, gara che ha completato la splendida settimana viola tra Europa League, campionato e appunto Coppa Italia. I bianconeri di Allegri hanno infatti perso la propria imbattibilità di quasi due anni tra le mura amiche per merito di Mohamed Salah, fondamentale acquisto di gennaio per la squadra di Montella. L’egiziano ha aperto la difesa juventina dopo undici minuti con una corsa irresistibile dalla propria metà campo conclusa solo depositando il pallone in rete per il vantaggio. Dopo una decina di minuti ci ha poi pensato Llorente di testa a ripristinare la parità prima che la Fiorentina colpisse un palo: avvisaglie del nuovo vantaggio arrivato al minuto 11 della ripresa ancora con Salah sfruttando una disattenzione difensiva degli avversari. Nonostante l’impiego di numerosi titolari nel finale, la Juventus non è più riuscita a pareggiare i conti ed ora dovrà vincere con almeno due gol di scarto per togliere la finale di Coppa Italia dalle mani della Fiorentina.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *